GROTTAMMARE – Entra nella settimana clou la settima edizione del Festival Liszt di Grottammare, la rassegna dedicata al compositore ungherese che visitò la città rivierasca nel 1868. Dopo l’anteprima del 25 luglio, con il concerto di Laszlo Borbely, da mercoledì 19 a mercoledì 26 agosto ci saranno diversi appuntamenti da non perdere con artisti affermati e giovani talenti che si alterneranno al pianoforte.
Mercoledì 19 agosto, alle ore 21.30 presso la Chiesa di S. Lucia, si esibirà la lituana Mûza Rubackyté, vincitrice del Concorso Liszt-Bartok di Budapest, seguendo il tema “Liszt tra Mozart e Chopin”. Formatasi alla grande scuola pianistica russa, è un’artista di grande temperamento e profonda interpretazione, considerata tra le maggiori pianiste della sua generazione,
Giovedì 20 agosto, alle ore 21.30 presso la Chiesa di S. Lucia, sarà la volta di Beatrice Rana, con il tema “Liszt, Beethoven e la sonata”. La Rana, enfant prodige ora sedicenne nata a Copertino (Lecce), vanta già un’importante carriera, con diversi premi internazionali. È tra i pianisti selezionati per le celebrazioni lisztiane del 2011.
Domenica 23 agosto sempre alle ore 21.30 ci si sposta al Teatro delle Energie, con il concerto di Maurizio Baglini dedicato alla trascrizione di Liszt per pianoforte solo della IX Sinfonia di Beethoven. Dopo aver vinto il Grand Prix di Montecarlo nel 1999, Baglini ha iniziato una carriera internazionale che lo ha portato a esibirsi in tutto il mondo, unendo grande capacità creativa e una tecnica sopraffina.
Martedì 25 agosto doppio appuntamento: alle ore 19 presso le logge di Piazza Peretti incontro-conferenza con Alberto Barbadoro, Rossana Dalmonte e Marta Mancini, seguito alle ore 20.30 dalla cerimonia di conferimento del Premio Liszt 2009 a Rossana Dalmonte, presidente dell’Istituto Liszt di Bologna. Quindi, alle ore 21.30 presso la chiesa di Santa Lucia, il concerto di Pierre Réach (pianoforte) e Christoph Henkel (violoncello). Réach è uno dei pianisti più importanti del panorama internazionale, regolarmente ospite dei più importanti festival e concorsi. Notevole la sua attività di didatta presso i conservatori di Parigi, Barcellona e Shanghai.
Chiusura del festival mercoledì 26 agosto alle ore 21.30 presso la chiesa di Santa Lucia con l’esibizione di Mikhail Petukhov, artista esibitosi nelle più prestigiose sale da concerto del mondo e docente del conservatorio Tchaikovski di Mosca, tra i più importanti al mondo.
Nelle serate del 23 e 25 agosto ci saranno delle degustazioni di vini e prodotti tipici locali: domenica 23 al termine del concerto con i vini della cantina “Carminucci”, martedì 25 alle ore 21.00 presso le logge di piazza Peretti con i vini della cantina “Pantaleoni”.
Il biglietto per l’ingresso ai singoli concerti costa 10 euro (7 per i ragazzi fino a 25 anni). L’abbonamento per tutti i concerti, che dà diritto alla riserva del posto e a una copia omaggio del catalogo 2009, ha un costo di 35 euro (28 per i ragazzi fino a 25 anni). Le prevendite sono aperte presso la libreria Nuovi Orizzonti a San Benedetto e la tabaccheria Rocchi a Grottammare.
Infine, nelle serate del Festival, per raggiungere la chiesa di Santa Lucia nel Paese Alto di Grottammare sarà disponibile il Trenino Lillipuziano, al costo convenzionato di 2 euro (comprensivo di andata e ritorno) per i possessori di un biglietto o di un abbonamento. La partenza è fissata alle ore 21.00 dal Lungomare della Repubblica (presso la concessione 39); al ritorno la partenza dal Paese Alto è alle ore 23.30. Per informazioni: www.festivaliszt.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 499 volte, 1 oggi)