SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È stato un Ferragosto di intenso lavoro quello passato dalle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ascoli Piceno: sequestrati 11 grammi di hashish presso la stazione ferroviaria, con quattro persone segnalate all’autorità giudiziaria; arrestato un 24 enne in possesso di dieci dosi di cocaina; arrestato anche il probabile fornitore; rilevate molteplici irregolarità anche nel campo della contraffazione e della regolare assunzione del personale dipendente in alcune strutture turistiche.
NEL DETTAGLIO Gli uomini del neo comandante, il tenente Aurelio Soldano, hanno intensificato l’attività di controllo lungo la Riviera in prossimità del Ferragosto e della notevole affluenza di gente in Riviera.
Assieme alle altre Forze di Polizia si è dato corso alle attività pianificate dalla Questura di Ascoli Piceno in occasione dell’evento del “Super Summer Games”, che ha riversato nella spiaggia sambenedettese migliaia di persone.

Le attività più impegnative infatti sono state attuate nel comprensorio di San Benedetto del Tronto dai militari della locale Compagnia con l’ausilio del cane antidroga “Opla” e delle pattuglie del “Servizio di pubblica utilità 117”; i primi controlli presso la stazione ferroviaria di San Benedetto del Tronto hanno consentito di sequestrare 11 grammi di hashish e di segnalare all’Autorità Prefettizia 4 persone per la detenzione, ad uso personale, di sostanze stupefacenti di modica quantità.

I successivi controlli compiuti presso la spiaggia dell’ex camping hanno invece determinato, prima, l’arresto dell’ascolano ventiquattrenne “C.M.”, sorpreso in possesso di 10 dosi di cocaina, mentre le successive indagini finalizzate all’individuazione del probabile fornitore hanno permesso di trarre in arresto un quarantottenne pescarese, domiciliato in Grottammare, “D.G.G.”, trovato in possesso di una modesta quantità della stessa sostanza stupefacente e di un bilancino di precisione.

Le attività ferragostane hanno riguardato anche i comparti tipici della polizia economica e finanziaria attraverso l’esecuzione di controlli a contrasto della contraffazione, sulla sicurezza dei prodotti, sul conforme rilascio delle certificazioni fiscali (ricevute e scontrini) e, infine, sulla regolare assunzione del personale impiegato presso le diverse strutture della riviera e si sono conclusi con la constatazione di molteplici irregolarità, per le quali si è proceduto alle relative contestazioni di carattere amministrativo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.813 volte, 1 oggi)