SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Macchia consistente nelle acque sambenedettesi, allarme rientrato anche da parte della Capitaneria di Porto. Il 12 agosto il personale militare della Guardia Costiera ha effettuato prelievi di acqua marina a nord del Tronto a seguito della presenza di estese macchie di colore giallo-marrone che hanno messo in allarme diversi bagnanti.
L’insolita colorazione dell’acqua è stata constatata anche dalle Unità Navali in servizio di vigilanza nel tratto di mare antistante la spiaggia libera. Dopo le analisi effettuate dall’Arpam (agenzia regionale per la protezione ambientale) sui campioni forniti dalla Guardia Costiera di San Benedetto, c’è il responso comunicato dagli uomini del comandante Di Guardo. Il fenomeno è attribuibile alla fioritura di un’alga già apparsa lungo il litorale piceno negli anni precedenti.
La fìoritura algale, che si manifesta in presenza di condizioni meteo climatiche
favorevoli, non essendo tossica non costituisce pericolo per la salute umana e della
fauna ittica.
Nello specifico, il fenomeno è stato procurato dall’elevata concentrazione di una microalga, la Fibrocapsa japonica.

Dalle analisi effettuate dal Dipartimento Provinciale di Ascoli Piceno dell’Arpam dunque è la fioritura di questa microalga a rendere di un colore marroncino e di una consistenza vischiosa l’acqua del mare.

La fioritura microalgale è stata segnalata in questi giorni anche a Senigallia, Cesano e Marina di Montemarciano ed è del medesimo tipo di quelle presentatesi in anni precedenti sul litorale Piceno nel periodo estivo.

Il Comune di San Benedetto ha predisposto la diffusione della corretta informazione sul fenomeno, anche attraverso la Pubblicentro spa concessionaria di pubblicità per il litorale.

La Capitaneria di Porto, afferma il Capitano di Fregata Daniele Di Guardo, continuerà la costante e quotidiana azione di monitoraggio e prevenzione delle fonti di potenziale inquinamento, anche in relazione alle specifiche competenze in materia di polizia ambientale che le sono attribuite dal Codice dell’Ambiente per garantire una serena e sicura balneazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.042 volte, 1 oggi)