GROTTAMMARE – A Ferragosto siamo nel vivo delle vacanze, un punto fisso di ogni estate. La parola Ferragosto deriva dal latino, Feriae Augusti, ovvero “riposo di agosto”, ed era già alle origini una festa pagana introdotta in onore dell’imperatore romano Augusto, con cui, dal primo giorno del mese di agosto si celebrava la raccolta dei cereali. La festa inizialmente si teneva i primi di settembre ma l’imperatore Augusto la spostò proprio nel mese che aveva il suo nome. Altra curiosità legata al ferragosto da cui potrebbe derivare la nostra attuale tredicesima: finiti i lavori nei campi, infatti, nel giorno di Ferragosto i lavoratori ricevevano una mancia dal padrone, gratifica che nel Rinascimento venne resa obbligatoria per decreto pontificio.

Ma torniamo ai giorni nostri e vediamo cosa ci offre l’estate grottammarese per le nostre Feriae Augusti.

Venerdì 14 agosto alle 22,30 il Tributo ad Adriano Celentano con Il re degli ignoranti in concerto mentre sabato 15 agosto alle 21,30 un altro tributo questa volta ai Pooh con I Palasport. Entrambi fanno parte del cartellone di Piazza Bella Piazza, organizzati dall’assessorato alla Cultura, si tengono in piazza Fazzini ad ingresso gratuito.

A concludere la serata di sabato 15 agosto i fuochi d’artificio sul mare, che partiranno dalla spiaggia Tesino nord subito dopo la mezzanotte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.363 volte, 1 oggi)