SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche quest’anno torna la Festa di Liberazione, manifestazione organizzata dal Circolo di Rifondazione Comunista di San Benedetto, che si terrà dal 12 al 16 Agosto nell’ormai consolidata area della Pineta sul lungomare davanti alla concessione “Il Pescatore”.

Ad aprire la festa mercoledì 12 alle 21:30 sarà una presentazione, dedicata a giornalisti e cittadini, dell’opuscolo “Quale Sinistra, quale città” redatto a tre anni dall’insediamento della giunta di centrosinistra a San Benedetto. Parteciperanno all’incontro, oltre a Daniele Primavera, Mirco Marcozzi e Gabriele Marcozzi di Rifondazione, anche gli indipendenti Nazzareno Torquati, autore di un pezzo sulle problematiche dell’accessibilità, e Riego Gambini, coordinatore del portale Meteorivierapicena, che per l’opuscolo ha scritto di Parco Marino e tutela ambientale.

Giovedì 13, sempre alle 21.30, è la volta di una tavola rotonda con Paula Amadio, Massimo Rossi, Ramon Mantovani e Gabriele Marcozzi, che proporranno idee e strategie per la ricostruzione della sinistra italiana.

Spazio alla spensieratezza della musica di Wallace & The Generous venerdì 14, aspettando il ferragosto, mentre sabato 15 sarà la volta della proiezione di “Fabbrica”, di e con Ascanio Celestini.

Chiuderà il festival, domenica 15 alle ore 21:30, il dibattito sulla sicurezza e l’immigrazione – “Sicuri solo se il futuro è insieme” a cui parteciperanno Paola Trivella, Lucia Mielli, Abdellatif Tatef Aiat Allah, Marcello Pesarini; al termine, conclusioni del segretario Mirco Marcozzi.

Tutte le sere musica e stand aperti per cinque serate di politica, musica e buona cucina.

In allegato, la locandina della festa con il programma completo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 430 volte, 1 oggi)