GROTTAMMARE – «Per aver rinnovato con costanza e coraggio, in tutti mezzi espressivi attraversati, il linguaggio della satira italiana, riscoprendone il ruolo antagonistico nei confronti del potere, smascherando con l’energia liberatoria della risata le finzioni e le volgarità del presente, interpretando infine con intelligenza la funzione civile dell’artista, impegnato a garantire la libertà d’informazione e la crescita di una matura consapevolezza critica nei cittadini».

È questa la motivazione del premio che per il quarto anno consecutivo resta alla satira politica: È il premio Arancia d’oro del Cabaret, amoremio!: infatti, dopo Antonio Cornacchione (2006), Maurizio Crozza (2007) e Paolo Rossi (2008) verrà consegnato domenica 9 agosto a Sabina Guzzanti.

L’Arancia d’oro è il premio alla carriera consegnato ogni anno dall’amministrazione. Istituito nel 1988, per rendere omaggio alle migliori personalità dell’umorismo italiano, è una scultura in oro realizzata su disegno dell’artista Mario Lupo realizzata da Maria Teresa Poeta di Ortona (Chieti).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.111 volte, 1 oggi)