SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non si fa attendere la risposta alle critiche lanciate da Giorgio De Vecchis, Benito Rossi, Vincenzo Amato e Luigi Ursini in merito alla questione della grande opera della Fondazione Carisap in Riviera.

Nicolino Piunti, esponente del Pdl sambenedettese, prende posizione con queste dure parole verso i quattro:  «La proposta di Pasqualino Piunti e Vignoli su Villa Rambelli e Villa Laureati è almeno una proposta alternativa su due siti che, anche se presentano problematiche diverse, potrebbero essere interessanti per un intervento di riqualificazione. Per quando riguarda la partecipazione dei quattro al Pdl a me non risulta che essi vi facciano parte e, dico molto di più, non potranno e non potrebbero mai parteciparvi, non avendo aderito al partito e cosa più grave avendo fatto campagna elettorale contro nelle ultime elezioni provinciali ed Europee».

«Possono esprimere qualsiasi opinione sulla politica locale – continua Nicolino Piunti – ma non a nome del Pdl. Per quando riguarda la presunta improvvisazione mostrata da Piunti e Vignoli nel fare la proposta, l’affermazione di De Vecchis è da rigettare al mittente, perché lui non sa e non può sapere quale è il corpo della proposta non avendo partecipato alla discussione della proposta stessa. Dentro al Pdl di San Benedetto si è ricostruita una sinergia ed una unità di intenti, con tanto di relative discussioni, che lo hanno riportato ad essere il primo partito di San Benedetto, frutto anche di una nuova classe politica fatta essenzialmente di giovani, che hanno fatto tesoro degli errori del passato, si sono tirati su le maniche ed hanno incominciato a lavorare con passione ed onestà politica. Noi anziani saremo i custodi gelosi di questi valori e faremo barriera affinchè elementi di disturbo siano respinti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.228 volte, 1 oggi)