MARTINSICURO – Sequestrata in un appartamento di Martinsicuro un’ingente quantità di abiti contraffatti di note marche. Gucci, Armani, D&G, e altri marchi caratterizzavano capi di vestiario ed accessori depositati in un’abitazione nei pressi del lungomare, dove si andavano a rifornire i numerosi ambulanti della zona.

Da tempo infatti le forze dell’ordine avevano notato nel palazzo un via vai di persone che uscivano con enormi buste  piene di indumenti ed articoli vari, pertanto dopo alcuni giorni di appostamento, gli agenti della Squadra  Mobile e del Reparto prevenzione crimine di Pescara hanno fatto irruzione nell’abitazione nella giornata di martedì 4 agosto. Sei senegalesi, trovati sul posto, hanno tentato la fuga ma sono stati prontamente bloccati.

Nell’appartamento sono stati trovati migliaia di vestiti con marchi contraffatti, stoccati in un vero e proprio deposito: magliette, jeans, giubbotti, ma anche cinte, scarpe, portafogli, borse e cd.

I sei extracomunitari, tutti clandestini, sono stati denunciati per violazione del diritto d’autore e per loro è stato disposto il rimpatrio immediato. Per la proprietaria dell’appartamento, una senegalese di 32 anni in regola con il permesso di soggiorno è scattata la denuncia in base alla norma del testo unico sull’immigrazione che dispone la confisca dell’appartamento affittato a clandestini.

Ora le indagini proseguono per risalire ai fornitori della merce che viene prodotta altrove.   

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.226 volte, 1 oggi)