SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Squadra Volante del Commissariato di San Benedetto assieme ad una unità Radiomobile dei Carabinieri all’alba di mercoledì ha tratto in arresto un pericoloso cittadino albanese, dimorante nel vicino Abruzzo per i reati di inottemperanza all’espulsione dal territorio nazionale e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Alle ore 4.00 odierne una veloce autovettura non si è fermata al controllo dei carabinieri in viale Trieste tentando di investire il militare che aveva intimato l’alt, sbandando e concludendo la fuga sul ciglio della strada. Gli occupanti hanno poi continuato la fuga dileguandosi a piedi. Immediatamente si è attivato il dispositivo di sicurezza con il continuo scambio operativo di informazioni che ha consentito di rintracciare il fuggitivo dopo breve tempo. L’uomo poi ha tentato ripetutamente di sfuggire alla cattura, ferendo gli agenti intervenuti. Dopo gli accertamenti e i riscontri dattiloscopici effettuati in Commissariato, si è appurato che l’extracomunitario clandestino era colpito da ordine di espulsione emesso dal Questore di Ascoli Piceno.

Così H. Alfred, albanese del 1978, è stato arrestato per l’inottemperanza all’espulsione dal territorio nazionale e per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, e poi condotto al carcere di Marino del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 750 volte, 1 oggi)