GROTTAMMARE – Ci siamo, si terrà questo week-end il festival della comicità, Cabaret, amoremio!, venerdì 7, sabato 8 e la finalissima domenica 9 agosto al Parco delle Rimembranze, nuova location per il secondo anno. Ed ecco i nomi dei 12 semifinalisti del concorso per nuovi comici abbinato alla XXV edizione del Festival nazionale dell’umorismo “Cabaret, amoremio!”, il festival dell’umorismo “anagraficamente“ più antico d’Italia, nato nel 1987.

I concorrenti si esibiranno nelle prime due serate del Festival, il 7 agosto con Antonio Cota (Milano), Claudio Taroppi (Pavia), Zio Tony (Carrara), Emanuele Sapuppo (Roma), Magic Francesco (Bologna), Francesco De Carlo (Roma). L’8 agosto sarà la volta di  Duo Stuzzicadenti (Vietri sul Mare – SA), Pierluigi Spoto (Potenza), Duo Manzoeto e Palumbo (Napoli), Ciakky (Lecce), Staff d’Animazione (Pistoia), Peppe e Ciccio (Milano).

I sei finalisti qualificati nelle due serate (tre per la prima e tre per la seconda)  se la vedranno domenica 9 agosto, il vincitore riceverà 3 mila euro e l’invito ufficiale a partecipare all’edizione 2010 del Festival. Ma un’altra serie di riconoscimenti è prevista per questa edizione “d’argento”. I concorrenti, infatti, dovranno affrontare il giudizio di ben due giurie.

La prima, quella che assegnerà il  Primo premio assoluto (e di conseguenza il secondo e terzo posto), e che, come annunciato nei giorni scorsi, è composta da Gino Troli (presidente Amat), Cristiana Merli (giornalista e produttrice RAI RadioDue), Riccardo Benini (direttore artistico del Festival Cabaret Emergente di Modena),  Guido De Maria (fumettista), Piero Cesanelli (direttore artistico del Festival Musicultura di Macerata) e dagli inviati di Striscia la Notizia Moreno Morello, Fabio De Nunzio e Domenico De Pasquale (in arte, Fabio & Mingo), Luca Cassol (in arte, Capitan Ventosa).

A questi si unirà Stefano Artissunch (attore e regista teatrale), designato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno per l’attribuzione del “Premio della Critica-Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno” (un assegno da 500 euro) che andrà al cabarettista  che avrà presentato  il miglior testo comico.

La seconda giuria, invece, è composta da operatori dell’informazione, chiamati ad eleggere – tra i 6 finalisti – il vincitore del “Premio della stampa”, cioè ad individuare quel comico che più degli altri avrà saputo interpretare con originalità il proprio ruolo e la propria funzione all’interno della società.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 996 volte, 1 oggi)