ASCOLI – Il sindaco Guido Castelli è salito sull’aereo diretto a Lourdes insieme ad altre 1700 persone per partecipare al pellegrinaggio ( dal 18 al 24 luglio) nella piccola cittadina francese di Lourdes, insieme alla sezione marchigiana dell’Unitalsi. Due treni, altrettanti aerei ed un pullman pieni di pellegrini, malati e volontari per pregare tutti insieme sotto la Grotta di Massabielle, dove Maria è apparsa a Bernardette.

Per Castelli è il nono anno da barelliere: «Per me è il nono anno a Lourdes con l’Unitalsi: ad Ascoli e a San Benedetto del Tronto l’associazione ha una tradizione importante. Questa esperienza ti permette di leggere il mondo con occhi diversi, di guardare la disabilità in maniera differente. Questa gente ha molto da insegnarci. Prima della partenza, abbiamo avuto il piacere di partecipare ad una catechesi dedicata alla figura di Monsignor Francesco Antonio Marcucci, fondatore delle Suore Concezioniste. Suor Maria Paola Giobbi, insieme a Monsignor Silvano Montevecchi, ha ricordato la figura del vescovo ascolano, che già un secolo prima delle Apparizioni di Lourdes sosteneva con convinzione il dogma dell’Immacolata Concezione. E’ per questo motivo che sento esistere un ponte tra Ascoli e Lourdes; queste due città sono per me collegate da un filo invisibile. Speriamo di ripetere questa catechesi il giorno dell’Immacolata Concezione anche ad Ascoli Piceno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 613 volte, 1 oggi)