Samb. Eccellenza o Serie D? Fino a ieri ero pessimista ora lo sono un po’ meno perché credo che, essendoci un contenzioso e non essendoci legge chiare (quella dell’impossibilità di far retrocedere squadre fallite di una sola categoria non c’è più), le ragioni della U. S. Samb non potranno essere disattese. Le garanzie sono state date come da richiesta. Abete si ricorderà sicuramente che qualche tempo fa la Sambenedettese Calcio un piccolo piacere glielo fece. Ma un fattore è forse più determinante: tifoserie importanti come la nostra, Pisa, Avellino, Venezia un po’ meno, non posso scendere in categorie inferiori alla Serie D che già per recettività degli stadi sta molto stretta alle suddette società. O se ne tiene conto oppure non se ne tiene conto e qualunque società che nasce (come tutte le altre) deve ripartire dalla terza categoria e basta. L’Eccellenza oltre ad essere incapace a contenere certi blasoni è inadatta perché escluderebbe a priori la lotta per la prima posizione, avvilendo il campionato sin dall’inizio. In serie D è diverso e le esperienze passate dalla Samb e da altre squadre blasonate lo dimostrano. Adesso io ci credo.
Tifosi Pro Samb. L’ultimo versamento è di 350 euro e porta la firma di Ottavi Pino. Un altro nome ed una somma consistente da chi ama la Samb in silenzio e accorre al suo capezzale nel momento del bisogno. In attesa di nomi che sbandierano pubblicamente da sempre il loro amore per i rossoblu, l’Associazione TIFOSI PRO SAMB ha aperto un sito dal quale comunicherà alla stampa sia con comunicati che con la pubblicazione on line le proprie iniziative e l’andamento della sottoscrizione. Concordati i tre punti cruciali delle finalità: la richiesta di acquisto del 10% delle quote societarie; la conferma che nessun rischio corre chi diventa socio nel caso di perdite societarie; la possibilità di recuperare la quota o parte di essa prima che la stessa sia devoluta allo scopo prefisso con la “benedizione” dei soci che intendono mantenere l’adesione. Come dire: rischio ZERO ASSOLUTO, possibilità che dalla Samb non arrivano più sgradevoli sorprese: tantissime.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.510 volte, 1 oggi)