ASCOLI PICENO – Si è tenuta presso la Sala degli Specchi di Confindustria Ascoli Piceno la prima occasione di confronto tra la Sezione Industria Alberghiera – Turismo di Confindustria AP e l’Assessore con delega alle Politiche del Turismo e del Marketing territoriale della nuova Provincia di Ascoli Piceno, Bruno Gabrielli.

Durante la discussione è emersa la necessità di «ripensare al prodotto turistico piceno che non può più limitarsi agli aspetti paesaggistici ed ambientali – i quali secondo il Presidente Marco Calvaresi vanno peraltro salvaguardati attraverso una attenta politica dell’industria e del territorio – ma che deve inevitabilmente contemplare l’ormai indispensabile riqualificazione di tutte le strutture ricettive sia del mare che dell’entroterra e, contestualmente, dell’offerta turistica del Piceno in termini di accoglienza e preparazione delle risorse umane coinvolte».

Si ritiene dunque urgente un maggiore investimento sia da parte degli operatori privati, per quanto concerne le strutture dell’ospitalità e dell’intrattenimento, sia da parte delle amministrazioni locali e degli enti per quanto riguarda i luoghi pubblici dell’entroterra e della costa.

Nel momento in cui l’intera offerta turistica del territorio si sarà adeguata agli standard qualitativi richiesti dal mercato, afferma la Confindustria, «si potrà pensare di confezionare il prodotto attraverso una strategia di marketing e poi di comunicazione che prevedano peraltro la realizzazione di un marchio piceno. Il nuovo brand dovrà avere delle caratteristiche tali da poter far fronte ai numerosi ed agguerriti competitors italiani ed esteri che operano nel comparto turistico e dovrà mettere il territorio nelle condizioni di aggredire nuovi mercati».

Per quanto concerne gli aspetti che riguardano il “confezionamento del prodotto piceno”, affermano gli organizzatori dell’incontro che è necessaria «la presenza di una maggiore e più chiara segnaletica stradale – soprattutto nell’entroterra – che consenta di raggiungere tutti quei luoghi del territorio forti di un certo appeal nei confronti del turista».
Poi sempre secondo Confindustria la Provincia avrebbe il compito di sostituire e ridimensionare tutto il materiale cartaceo prodotto dai vari enti ed associazioni di categoria che solitamente riempie lo stand della Regione Marche nelle varie fiere di settore. «D’ora in poi la promozione dovrà essere portata avanti attraverso un materiale cartaceo più snello ed uniforme, sia in termini di slogan che di contenuti, con immagini più curate e soprattutto attraverso tutti i canali promozionali innovativi che il web mette a disposizione».

L’Assessore Gabrielli ha dichiarato che sarà presente il prossimo ottobre al TTI (Travel Trade Italia) di Rimini, uno dei più importanti workshop di settore per promuovere il turismo italiano nel mondo organizzato da TTG Italia.
Gabrielli ha inoltre espresso la volontà di rafforzare la presenza tedesca nel Piceno e per questo parteciperà dal 16 al 18 agosto al Casa Italia di Berlino in occasione dei campionati del mondo di atletica leggera per cui è anche prevista la presentazione e degustazione del prodotto ambasciatore del Piceno, ovvero le olive ascolane.
Verrà inoltre presto sottoposto all’Assessore un progetto nato all’interno di Confindustria AP e presentato alla fiera BTC 2009 che prevede la messa in rete del patrimonio dei teatri storici presenti nella Provincia come location per congressi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 767 volte, 1 oggi)