SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È alla seconda edizione, ma ha già vent’anni di storia. Si tratta del Trofeo “Circolo Nautico Sambenedettese” di pesca d’altura in drifting, evento che negli anni ha cambiato nome varie volte, e che vedrà sfidarsi sabato 1° agosto una ventina di equipaggi provenienti da tutta Italia: molti da Giulianova, e due con cittadini aquilani a bordo.
La gara, che sarà valida anche per qualificarsi al campionato italiano 2010 di pesca in drifting e al campionato del mondo di Cabo San Lucas (Messico), consiste nella pesca di tonno rosso con rilascio obbligatorio, come previsto dalle nuove norme in materia, visto che si tratta di una specie che rischia l’estinzione.
«Trattandosi di pesca sportiva», sottolinea Giulio Urbani dell’Adriatic’s Fishing Club, «verranno usati esclusivamente degli ami Circle Hook, che garantiscono la ferrata solo nella bocca del pesce, senza penetrare nello stomaco, permettendo, secondo studi scientifici, il 93% di possibilità di sopravvivenza. Si tratta di ami biodegradabili e non in accaio inossidabile, per permetterne la dissoluzione in acqua entro 10 giorni. In Italia purtroppo c’è la mentalità del portare il pesce a casa, ma nel resto del mondo la pesca sportiva non è cruenta: noi a San Benedetto vogliamo promuovere l’aspetto sportivo della disciplina».
Il nome “drifting” indica la pesca praticata con barca in deriva, utilizzando canna e mulinello. Tale tecnica, ormai largamente diffusa, è stata introdotta in Italia dal medico bolognese Adamo Benfenati, che adattò alla realtà adriatica le tecniche utilizzate dai francesi. Una delle particolarità è l’utilizzo quasi esclusivo della sarda come esca e pastura. Il drifting si pratica con barche con spiccate caratteristiche d’altura e munite di una buona attrezzatura da pesca, soprattutto nel medio Adriatico, dove per trovare fondali profondi e quindi i tonni bisogna arrivare fino a 20 miglia dalla riva.
La partenza dal porto di San Benedetto è fissata per le ore 7.30; la gara avrà inizio alle 8.30 dalla piattaforma “Emma ovest”, situata a una ventina di miglia dalla costa, e avrà termine alle ore 15.00. Tre motoscafi della giuria e telecamere posizionate sulle imbarcazioni controlleranno il rispetto del regolamento. L’equipaggio primo classificato si aggiudicherà una Citroën C1. La premiazione avverrà sabato alle ore 21.00 presso la sede del Cns.
Le iscrizioni sono aperte fino alle ore 20.00 di venerdì 31 luglio; la quota d’iscrizione è di 150 euro. Per informazioni e iscrizioni si può visitare il sito www.circolonautico.info.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.056 volte, 1 oggi)