MONTEPRANDONE-  Oramai è diventato quasi un “classico”. Taglierino in mano, arma che sfugge al metaldetector, entrano in una filiale, possibilmente situata vicino ad una strada a scorrimento veloce, con gesti fulminei e parlando lo stretto necessario si fanno consegnare il contante e si dileguano.

E’ quanto è capitato mercoledì verso le 9,45, alla filiale della Banca delle Marche, situata a Centobuchi, lungo la Salaria nel tratto che si chiama via De Gasperi. Questa volta erano in due, uno con il volto parzialmente coperto. Una volta all’interno, con poche secche indicazioni, alcuni testimoni riferiscono di un lieve accento meridionale, si sono fatti consegnare dal cassiere di turno l’incasso in contanti che a quell’ora ammontava a circa 30 mila euro e si sono dileguati addirittura a piedi, facendo perdere le loro tracce.

Alla pattuglia dei Carabinieri di Monteprandone arrivata poco dopo sul posto non restava che raccogliere le prime testimonianze e gli indizi per avviare la caccia all’uomo. Gli immediati posti di blocco non hanno dato esito anche perché nessuno ha notato macchine sospette. Ma gli inquirenti del Comando dei Carabinieri di San Benedetto che hanno preso in mano il caso hanno buoni motivi per ritenere che non passerà molto tempo prima che si possano far scattare le manette ai due ladri grazie anche alla numerose segnalazioni e descrizioni ricevute ma soprattutto alle registrazioni del sistema interno di videomonitoraggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 756 volte, 1 oggi)