SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Inizia l’avventura della nuova U.S. Samb: la mattina di mercoledì 29 luglio i giocatori e lo staff tecnico si sono radunati presso lo stadio Riviera delle Palme prima di partire per il ritiro, che li vedrà alloggiare all’Hotel Villa Picena di Colli del Tronto e allenarsi presso il campo Eco Service di Castel di Lama.

Il nuovo allenatore Pasqualino Minuti sembra fiducioso per la nuova stagione, che, speriamo, vedrà la Samb rituffarsi in quella serie D di cui ben si conosce la difficoltà, accentuata dall’obbligo dei 5 “under”: «Se riusciamo a mixare giovani e vecchi, abbiamo le qualità per far bene. Il ritiro servirà per valutare i giocatori e vedere se serve ancora qualche innesto, comunque tra gli aggregati ci sono giocatori che conosco e che ci possono essere utili. Dato che in campo ci devono sempre essere 5 under, in rosa ce ne saranno almeno 12».

Minuti è ben cosciente della pressione che ci sarà sui rossoblu, che nel calcio dilettantistico vorrebbero rimanere il meno possibile: «Non ho paura, so bene a cosa vado incontro. Io gioco sempre per vincere, dobbiamo allenarci duramente in settimana per raggiungere l’obiettivo alla domenica. Il mio modulo preferito è il 4-3-3, ma non ho i paraocchi: valuterò le caratteristiche dei miei giocatori e se serve mi adatterò, anche durante le partite se vedrò che siamo in difficoltà».

È ancora un po’ misterioso il ruolo di Giorgio Rumignani, allenatore della Samb negli ultimi “tormentati” (è proprio il caso di dirlo) mesi della scorsa stagione, che al momento sembra limitarsi a una figura di “grande saggio”: «Per ora non ho nessun incarico tecnico: quando ero allenatore non ho mai voluto un direttore tecnico, figuriamoci se ora voglio dar fastidio a Minuti e Chimenti. Sono qui per amicizia con Spina, ci metto la mia faccia; voglio far capire a questi ragazzi l’importanza di essere giocatori della Samb e la difficoltà di questa categoria».

Il direttore sportivo Giulio Spadoni ritiene che per ora la rosa vada bene così: «Ci sono giocatori molto duttili; probabilmente manca ancora qualche tassello sia tra gli over che tra gli under, ma valuteremo in ritiro cosa manca: molti giovani interessanti adesso sono in ritiro con le grandi squadre e tra qualche tempo saranno disponibili sul mercato. I nostri giovani hanno già esperienza in questa categoria; la fascia più critica è quella dei ‘91 perché sono più giovani e inesperti, comunque abbiamo Carioti e gli ex Sangiustese che ci danno fiducia».

È stata fissata la prima amichevole dell’U.S. Samb, che si giocherà mercoledì 5 agosto alle ore 20.30 a Montegranaro contro la squadra veregrense; altre amichevoli sono in via di definizione. Tra i giocatori presenti al raduno mancava ancora Iacoponi, che arriverà tra un paio di giorni, mentre era presente Caselli, inizialmente dato per partente.

Questo l’elenco dei giocatori in ritiro
: Davide Biancucci (‘91), Cristian Cacciatore (‘84), Anthony Paul Carioti (‘91), Vittorio Caselli (‘89), Cristian Chessari (‘81), Ivan D’Angelo (‘90), Andrea De Fabiis (‘89), Marco Falà (‘92), Leonardo Gentile (‘91), Fabio Gentili (‘77), Luigi Giandomenico (‘78), Giovanni Guardiani (‘92), Gentjan Kuinxhiu (‘91), Matteo Mancinelli (‘85), Alessio Natalini (‘90), Marco Ogliari (‘73), Ottavio Palladini (‘71), Cristian Pazzi (‘81), Francesco Polenta (‘88), Marco Pulcini (‘78), Ferdinando Rega (‘90), Leonardo Rossi (‘93), Mattia Santandrea (‘91), Alessandro Sorgi (‘89), Federico Valente (‘90), Massimiliano Zazzetta (‘79).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.666 volte, 1 oggi)