ANCONA – Crescono i casi di nuova influenza accertati nelle Marche, a partire dall’inizio del mese di giugno: sono ora 43, rispetto ai 30 diagnosticati fino alla settimana scorsa. I nuovi ammalati sono reduci da viaggi a Corfù, Inghilterra, Polinesia (con tappa negli Stati Uniti) e Spagna. La distribuzione provinciale segnala 26 casi ad Ancona, 6 a Pesaro e Urbino, 5 ad Ascoli Piceno, 4 a Macerata e 2 a Fermo.

Il Centro di virologia di Torrette ha testato 90 campioni sospetti, riscontrando le 43 positività. I dati sono stati analizzati nella riunione del Comitato pandemico regionale, convocata per adottare le disposizioni prevista nell’ultima circolare del ministero della Salute. Il provvedimento aggiorna le indicazioni relative alla prevenzione, sorveglianza e controllo della nuova influenza da virus A/H1N1. Il Ministero ha confermato l’Azienda ospedaliera “Ospedali Riuniti” di Ancona nella “Rete dei laboratori regionali di riferimento con comprovata capacità diagnostica per la nuova influenza”. Nel mese di settembre, in collaborazione con il Centro di riferimento regionale per la Medicina Generale, sono state programmate le attività formative rivolte ai medici e ai pediatri di famiglia che operano nel territorio regionale.

Intanto va detto che da quanto emerge dal parere di numerosi esperti, la virulenza di questo nuovo tipo virale non è elevatissima, appena poco maggiore rispetto a una normale influenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 959 volte, 1 oggi)