ASCOLI PICENO – Il Sindacato dei Lavoratori intecategoriale di Ascoli Piceno, ha indetto per il giorno di lunedì prossimo, 3 agosto, uno sciopero delle maestranze della società “Ascoli Servizi Comunali”, quella che raccoglie e gestisce il trasporto dei rifiuti urbani nel capoluogo. Dice Andrea Quaglietti, vicecordinatore provinciale SDL: «Abbiamo preso questa decisione, consapevoli che la maggior parte dei lavoratori dell’azienda ci sostiene, nonostante la vecchia RSU ancora non si dimetta, perché la società limita di fatto la nostra agibilità sindacale e soprattutto dopo che le richieste fatte dai dipendenti, da molti mesi a questa parte, sono state da essa disattese, continuando a gestire le relazioni interne con comportamenti padronali e non invece di collaborazione».
Il Sindacato dei Lavoratori sostiene di avere già ora il maggior numero di iscritti fra gli addetti dell’Ascoli Servizi Comunali «nonostante non faccia parte della Rsu perché gli altri sindacati non si dimettono per andare a nuove elezioni» e di aver già più volte contattato anche la Prefettura per cercare un tentativo di conciliazione con l’azienda, ma senza esito.

Da qui la protesta con uno sciopero che si attuerà il giorno successivo alla svolgimento della Quintana di Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 375 volte, 1 oggi)