ASCOLI PICENO – Con la presentazione del Palio di agosto, avvenuta domenica mattina come di consueto presso la pinacoteca, e la lettura ufficiale del bando, alle 18 davanti al palazzo dell’Arengo, la quintana di Agosto, quella storica e per questo senza dubbio più affascinante, è entrata nel vivo.

Nonostante molti figuranti e capisestiere abbiano probabilmente preferito il mare, la cerimonia di presentazione del Palio è stata comunque suggestiva, con la presenza del Sindaco Guido Castelli, del presidente della Provincia Piero Celani, del segretario dell’Ente Giacinto Federici e del direttore della Pinacoteca Stefano Papetti, oltre ovviamente a quella dell’artista che ha dipinto il Palio, il pittore molisano Fernando Di Stefano.

«Ho cercato di trarre ispirazione dalla tradizionale sciamata – ha commentato Di Stefano – mettendo in risalto attraverso i colori gli elementi tipici del paesaggio ascolano». Sulla tela infatti sono raffigurati gli scudi colorati dei sei sestieri su uno sfondo che riproduce il paesaggio che contorna la città di Ascoli. E’ un Palio diverso da quelli realizzati negli ultimi anni, nei quali fa da padrone la tradizionale iconografia medievale legata alla quintana, con merlature, torri, porte, immagini sacre , cavalli e cavalieri. In quest’opera prevale, anzi domina, la componente paeSaggistica, come spesso accade nei dipinti di Di Stefano, che ha al suo attivo oltre 400 opere.

Quello ralizzato per la Quintana di agosto 2009 è il 69esimo Palio, e il nome del pittore molisano si aggiunge a quelli di celebri rappresentanti a livello nazionale e internazionale, come Donvito, Staiano, Nespolo, Pericoli, Notari, Galliani, e tanti altri che hanno rappresentato sulla tela la quintana di Ascoli attraverso diversi generi, da quelli più classici ispirati agli stili tradizionali, a quelli più contemporanei, talvolta astratti e addirittura futuristici.

Nel pomeriggio poi, contornato dai musici del Gruppo Comunale e dai gonfaloni dei vari Sestieri, il banditore a cavallo Cesare Celani ha dato lettura del Bando Ufficiale della Quintana.
Intanto nelle sedi dei vari sestieri in questi giorni hanno luogo le tradizionali cene propiziatorie, con prodotti tipici locali, piatti medievali e spettacoli, mentre i cavalieri svolgono lunge sedute di prove presso il campo Squarcia.

L’attesa in città cresce dunque, ma la tensione tra i sestieranti salirà ulteriormente alla vigilia della giostra, quando sabato primo agosto alle ore 20 a Piazza Arringo ci sarà la tradizionale e affascinante cerimonia dell’offerta dei ceri e il sorteggio per l’ordine di partenza dei cavalieri.

L’appuntamento con la quintana è per domenica 2 agosto. Dalle ore 15 si muoverà da Piazza Ventidio Basso il corteo con oltre 1400 figuranti mentre l’inizio della gara al Campo dei Giochi è previsto intorno alle ore 17.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 979 volte, 1 oggi)