MARTINSICURO – Rischia di annegare nelle acque di Martinsicuro a causa del mare grosso. Un turista 39enne, B.J. nella mattinata di domenica 27 luglio è stato salvato da bagnini e alcuni spiaggianti accorsi in aiuto mentre annaspava in acqua all’altezza dello chalet Riccardo. L’uomo è stato prontamente trasportato all’ospedale di Sant’Omero ma fortunatamente le sue condizioni non sono gravi. La giornata di domenica ad ogni modo a causa del vento e il mare molto agitato, ha fatto registrare numerosi interventi lungo tutta la costa teramana a purtroppo anche due decessi.

Due salvataggi si sono registrati nella sola Alba Adriatica: un giovane di 21 anni all’altezza dello stabilimento Stella d’Oro, e un bambino di 11 anni all’altezza dello chalet Corallo.

A Giulianova un bagnino di 28 anni, dopo aver tratto in salvo due persone dalle acque agitate, si è sentito male. Trasportato all’ospedale di Giulianova è stato poi dimesso con una prognosi di otto giorni.

In giornata altri salvataggi si sono avuti anche a Silvi (un croato di 39 anni) e a Cologna spiaggia (un diciottenne e un ventenne). Due purtroppo le vittime che il mare agitato ha mietuto nella giornata di domenica: F.D.D., ventottenne di Chieti (sposato da un mese e con la moglie in attesa di un figlio) morto nel tratto di mare antistante la Torre di Cerrano a Pineto, e F.D.B., 49 anni di Celano (L’Aquila), tuffatosi in acqua pur non sapendo nuotare bene per soccorrere il figlio e poi scomparso tra le onde, morto a Francavilla (Chieti), nei pressi dello stabilimento “E’ nata una stella”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.017 volte, 1 oggi)