RIPATRANSONE – Caccia al piromane che sta massacrando le colline ripane. Ripartono nella mattinata inoltrata di sabato le fiamme vicino al punto dove venerdì per domare l’incendio boschivo erano serviti 4 mezzi aerei e 10 ore di duro lavoro anche a terra, con la supervisione aerea del capo della Protezione Civile Guido Bertolaso.
Sabato mattina i focolai si sono accesi in località San Salvatore, sul versante opposto della collina dove il fuoco ha già divorato diversi ettari di terreno e vegetazione.
Una zona impervia, sebbene sia a pochi chilometri dal mare verso cui si dirigono i canadair e gli elicotteri per prelevare acqua.

Il sindaco Paolo D’Erasmo ha richiesto alla Protezione civile regionale l’intervento di un elicottero, mentre diverse squadre dei Vigili del fuoco di San Benedetto, del Corpo Forestale e volontari della Protezione civile sono all’opera sul posto.

Il vento continua a soffiare, le alte temperature non danno tregua. La lotta contro le fiamme è dura, in un’area spesso danneggiata da questi eventi. Potrebbe esserci la mano dolosa di uno più piromani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.087 volte, 1 oggi)