SANT’OMERO – La sfida tra antico e contemporaneo, tra arte odierna e borghi antichi. Questo è il tema della mostra che si tiene a Sant’Omero fino al 12 Agosto e dislocata per le vie del centro cittadino. La rassegna artistica “Visionaria. Seducenti giochi guardiani del tempo” è un progetto sperimentale che vuole dare una nuova interpretazione: rivalutare il territorio e allo stesso tempo esporre l’arte contemporanea abruzzese. In questo modo Sant’Omero diventa un luogo d’incontro e di cultura, dove sarà possibile ammirare le opere di quattordici artisti emergenti provenienti da tutta Italia e dall’estero che si confrontano con il borgo, con le persone, con le atmosfere suggestive e affascinanti di luoghi storici carichi di significati. Questi artisti hanno affrontato l’antico con sensibilità ma allo stesso tempo con intraprendenza. Gli autori di tali lavori sono Marinela Asavoaie, Hernan Chavàr, Luca De Angelis, Fidia Falaschetti, Luca Farina, Giovanni Gaggia, Francesca Gentili, Nikolic Nemanya, Mara Nitti, Francesca Pierelli, Giorgio Pignotti, Florinda Recchi, Simone Ridi, Nima Tayebian. La rassegna sarà visitabile tutti i giorni nelle ore serali, dalle 19 alle 23, in un suggestivo percorso itinerante nel cuore di Sant’Omero.

Anche quest’anno la Pro Loco locale ha voluto con questa iniziativa sostenere la storia e la cultura cittadina. Per rendere possibile la mostra, l’associazione si è avvalsa della collaborazione di Nazareno Luciani, coordinatore artistico di eventi culturali nell’ambito del contemporaneo e di Simonetta Angelini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 486 volte, 1 oggi)