SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una partita importante, che si gioca sulle scrivanie e non sui campi di gioco: mercoledì 22 luglio il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari si recherà a Roma dove, in mattinata, incontrerà il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Carlo Tavecchio, per perorare la causa dell’iscrizione in Serie D della Samb dopo la cancellazione dal calcio professionistico della vecchia società.

In giornata era attesa una comunicazione ufficiale della Serie D che doveva comunicare alla Samb l’importo da destinare al Fondo di Garanzia, ma attorno alle 20 né il diesse Giulio Spadoni né il sindaco Gaspari avevano ricevuto alcuna notizia. «Credo che a questo punto venga confermata la cifra di 300 mila euro, come l’anno scorso» spiega il primo cittadino sambenedettese.

Spadoni, da parte sua, fa sapere che la nuova società U.S. Samb ha pronta tutta la documentazione richiesta per l’iscrizione in Serie D, tranne, naturalmente, l’assegno da versare, perché si attendere di conoscerne l’importo esatto. Domani se ne saprà di più.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.036 volte, 1 oggi)