SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Una facoltà di serie A». Sono queste le parole di Gianluca Gregori, neo eletto Preside della Facoltà di Economia “Giorgio Fuà” della Politecnica delle Marche di Ancona e del presidente del Consorzio universitario piceno Renzo Maria De Santis. Una facoltà non decentrata bensì collegata alle altre sedi. Una facoltà il cui corso di laurea potenziato ed “aggiornato” vuole contribuire ad accrescere il movimento universitario a San Benedetto. L’incremento delle immatricolazioni registrate oggi a confronto di quelle del 2008 è notevole: un aumento del 59,6% delle iscrizioni, pari a ben 159 nuove matricole che portano il numero complessivo di iscritti a quota 426. Secondo il profilo tracciato dal Consorzio universitario piceno che ha rielaborato i dati del ministero e degli atenei interessati, gli studenti che frequentano il corso di Economia presso la sede di San Benedetto sono il 20,3% del totale degli iscritti della Politecnica alla classe di laurea di riferimento (“Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale”). Il confronto con gli anni precedenti evidenzia in maniera eloquente l’andamento della crescita: nel primo anno accademico, ovvero nel 2004/2005, gli iscritti erano 137, ammontare che negli anni è lievitato fino a raggiungere gli attuali 426. L’appeal dell’offerta sambenedettese, secondo il Cup, emerge anche dall’analisi dei dati riferiti alla provenienza degli studenti che frequentano la sede di via Mare: dei 426 iscritti il 24,6% proviene da fuori Provincia mentre il 75,4% viene dalla provincia di Ascoli.
Sono molti gli aspetti innovativi previsti per questo nuovo anno accademico: lezioni, lauree ed esami impartiti in sede, possibilità di iscrizione alle lauree specialistiche senza debiti formativi, borse emerite per studenti (B.E.ST.) organizzate dal Consorzio Universitario Piceno e cumulative con le già presenti borse di studio dell’ERSU ed inoltre la possibilità di scegliere tra due indirizzi, “Economia del territorio e del turismo” ed “Economia, mercati e gestione d’impresa”.

Altro aspetto importante è l’introduzione di un test di verifica delle conoscenze. Il test, una prova scritta composta da 25 quesiti inerenti conoscenze matematiche che si svolgerà il 22 settembre e sarà obbligatoria per tutti coloro che si iscriveranno ad Economia e Commercio nell’UNIVPM, non è selettivo bensì orientativo: l’iscrizione dunque sarà garantita a chiunque sosterrà questa prova, e per coloro che non riusciranno a superarla verranno istituiti degli appositi corsi, con frequenza obbligatoria, per colmare le eventuali lacune. I termini per le iscrizioni al test scadranno il 14 settembre e dovranno essere presentate tramite internet al sito www.econ.univpm.it, dove si potranno reperire maggiori informazioni riguardanti la facoltà.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.403 volte, 1 oggi)