SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La nuova Samb, quella che in futuro chiameremo U.S. Sambenedettese 2009 non sta certo con la mani in mano. Il sindaco Giovanni Gaspari da una parte e Sergio Spina d’altro si stanno dando da fare per assicurarsi l’ammissione al campionato di serie D.

Intanto il Ds Giulio Spadoni si è messo all’opera per disegnare l’organico che, salvo imprevisti, dovrebbe partire questo sabato per il ritiro di Massignano. Sono ben dieci i giocatori che già sono stati inclusi nella rosa. Capofila sarà l’inossidabile Ottavio Palladini chiamato ancora una volta a fare da chioccia e a dare l’esempio. Il giocatore si è detto entusiasta di poter contribuire ancora una volta alla causa rossoblu e riscattare l’amara e recente retrocessione.

Accanto a lui giocatori di belle speranze, alcuni con un ottimo curriculum come il duo (entrambi attaccanti) proveniente dall’Angolan Cristian Pazzi (classe ’81) e Luigi Giandomenico ’78. Il primo si presenta con un biglietto da visita di ben 24 reti realizzati nella scorsa stagione dalla squadra di provenienza. Il secondo, scuola Juventus, ha un trascorso anche nel Campionato di serie A con la Reggiana.

Dietro a questo trio due difensori: Marco Pulcini (’78) e Massimiliano Zazzetta. Pulcini è un giocatore del vivaio rossoblu e si è fatto le ossa in giro per i campionati minori, , vincendo assieme a Giandomenico il campionato che portò in C2 la Sangiustese. Zazzetta è addirittura un sambenedettese Doc essendo nato in Riviera dove vi ritorna con esperienze in squadre quali Teramo, Viterbese, Pisa ed ultimo San Marino.

Poi arrivano i giovani. Tra di essi spunta il centrocampista Roberto Jacoponi (’88) mandato dalla Samb dello scorso anno a farsi le ossa in quel di Gubbio. Dietro di lui l’attaccante Anthony Paul Carioti (’91) proveniente dalla Beretti di casa. Così come è stato confermato il giovane attaccante Vittorio Caselli (’89) e Federico Valente ( ’89) che lo scorso anno militava nel’Elpidiense Cascinare. La cinquina si chiude con Alessio Natalini (’89).

Qualche speranza di mantenere l’esterno Antonio Magnani e il difensore Arnoldo Bonfanti, titolari della vecchia Samb. Spina sembra essere riuscito a convincere l’esperto portiere Stefano Visi a far ritorno in Riviera.

Un presidente che va di corsa Sergio Spina tanto da dichiarare: «Possiamo già annunciare ufficialmente che l’80% dell’organico è a posto». Certo in quel 20% mancante c’è il nome di colui che sarà chiamato a guidare la navicella rossoblu verso la nuova avventura. Diverse le ipotesi ma forse, è meglio incrociare le dita e sperare nell’ammissione al campionato di Serie D.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.451 volte, 1 oggi)