SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grande festa istituzionale nel week end del 18 e del 19 luglio per la consegna delle Bandiere Blu e degli altri riconoscimenti ambientali ai Comuni del Piceno e del vicino Abruzzo.
SABATO MATTINA Parte la manifestazione “Un territorio di qualità”. La prima parte del programma si è svolta dalle prime luci dell’alba a metà mattinata.
Uscita in mare alle cinque del mattino a bordo della nave scuola dell’IPSIA “Francesca Palestini” per i turisti sorteggiati, alcuni sono giunti al molo nord “Rodi” nella speranza che qualcuno tra quanti erano stati sorteggiati non si presentasse all’appuntamento. La speranza di avvistare i delfini non si è realizzata. Poi la nuotata “saluto al sole”.

Alle 8,30 si è passati al Circolo Nautico Sambenedettese, che organizzava la “Regata delle bandiere”, verso lo scoglio di Pomo (in Croazia) e rientro, nell’ambito del memorial velico “Ivan Giammarini”. Ogni Comune partecipante è stato abbinato ad un’imbarcazione. Alle nove la nuotata “da punta a punta”, ovvero dal molo sud, all’altezza del monumento al gabbiano Jonathan Livingston, alla punta del molo nord, e ritorno. Una ventina i partecipanti, tra turisti e residenti, compreso il consigliere comunale Marco Lorenzetti. Al termine, altro momento tradizionale: colazione a base di pizza con le acciughe e “spuma”. La mattinata si è conclusa così, tra qualche preoccupazione per il tempo che non volgeva al bello. Hanno preso parte anche il sindaco Gaspari, l’assessore all’Ambiente Canducci, il presidente del Circolo Nautico Rosetti.
SABATO SERA Giochi d’acqua e di fuoco per la simbolica consegna delle bandiere blu ai sindaci nella serata di sabato 18 luglio. L’iniziativa si è volta nella spiaggia libera tra le concessioni 86 e 87, all’altezza del giardino delle palme sul lungomare.

Donatella Bianchi, presentatrice di “Linea Blu” su Rai1, ha coordinato gli interventi, chiamando sul palco il presidente di FEE Italia Claudio Mazza, e invitando, oltre al sindaco Gaspari, i rappresentanti dei Comuni di Grottammare, Cupra Marittima, Fermo, Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio, Martinsicuro e Alba Adriatica, per la bandiera relativa alle spiagge. Quanto alla bandiera per gli approdi, hanno ricevuto il vessillo il comandante della Capitaneria di Porto di San Benedetto Daniele Di Guardo, il presidente del Circolo Nautico Sambenedettese Rolando Rosetti, una rappresentante della Lega Navale, affiancati da un rappresentante della Carisap, sponsor principale della festa, sostenuta anche da CIIP spa e Picenambiente spa.

Lo spettacolo previsto è andato in scena in formato ridotto a causa del timore del vento, che avrebbe messo a rischio le scenografie, sicché si è optato per la sola consegna delle bandiere blu, rinviando a domenica 19, l’esibizione degli artisti. Tanti applausi a Walter Fantino e Francesca Cosmi di Udine, anche noti come “Sandy Tales”, autori delle due sculture di sabbia ai lati del palco, una rappresentante San Benedetto e le città di mare, l’altra l’entroterra piceno con le sue fortezze e i suoi tesori. I due sono affermati artisti a livello internazionale, partecipando da anni a competizioni in città come Berlino, Vancouver, San Diego, dove si classificano sempre ai primi posti (www.sandytales.it).

Prima dei giochi d’acqua accompagnati dai valzer degli Strauss, la serata ha avuto come protagonisti i bambini dei tre circoli didattici cittadini, che svolgono durante l’anno varie attività di educazione ambientale, e per questo ottengono regolarmente la specifica “bandiera verde”, sempre assegnata dalla FEE nell’ambito del progetto “Eco school”. Tra il pubblico anche i sindaci delle città “bandiera arancione” del Touring Club e quelli delle città riconosciute dall’ANCI come “borghi più belli d’Italia”, oltre al neoeletto sindaco di Ascoli Castelli, in quanto il capoluogo piceno è candidato al riconoscimento di “patrimonio dell’umanità UNESCO”, e ancora i rappresentanti delle tre Province di Fermo, Ascoli e Teramo e dei corpi di polizia.
DOMENICA Condizioni climatiche più favorevoli hanno permesso la girandola di colori, musica, danza e cabaret sulla spiaggia libera tra le concessioni n. 86 e 87.
«I riconoscimenti ambientali sono molto importanti per chiunque voglia fare turismo, rivolgendosi ad un’utenza nazionale ed internazionale», ha dichiarato il sindaco Gaspari dal palco, «Continueremo a lavorare per mantenere queste bandiere, che premiano un intenso lavoro collettivo».

Presentatrice della serata è stata Cinzia Poli, c’era la cabarettista Debora Mancini, mentre la violinista Claudia Luzi dell’Istituto Musicale “Vivaldi” ha accompagnato un gruppo di danzatori in una coreografia con giochi d’acqua e fuoco.
Nel corso della serata sono state consegnate le bandiere arancioni del Touring Club d’Italia ai paesi dell’entroterra: Acquaviva Picena, Ripatransone e Monterubbiano, poi le bandiere dei “borghi più belli d’Italia” detenute tra Piceno e vicino Abruzzo dalle città di Offida, Montefiore dell’Aso, Moresco, Civitella del Tronto. Infine la candidatura della città di Ascoli al riconoscimento come “patrimonio mondiale dell’umanità” Unesco, di cui ha parlato l’assessore Giovanna Cameli.

Sandra Toscana, artista che ha coordinato il lavoro di Walter Fantino e Francesca Cosmi di Udine (i “sandy tales”), i quali hanno realizzato le sculture ai lati del palco, ha spiegato le tecniche impiegate per tali tipi di lavori. Manrico Urbani del Circolo Nautico Sambenedettese, infine ha annunciato che la “Regata delle bandiere” è stata vinta dall’imbarcazione cui era stato assegnato il n. 6, la “Calipso” di Piero Paniccia, abbinata alla città di San Benedetto del Tronto. La Calipso aveva tagliato per prima anche il traguardo della prima boa, motivo per cui l’armatore si è anche aggiudicato un quantitativo di cioccolato pari al proprio peso corporeo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.479 volte, 1 oggi)