ASCOLI – Il sindaco Guido Castelli ha ufficializzato, nel tardo pomeriggio di giovedì, le deleghe agli assessori nominati durante il primo consiglio comunale di venerdì 10 luglio scorso. L’assegnazione delle competenze era attesa per la mattinata, ma evidentemente i problemi palesati nei giorni scorsi nell’assegnazione degli incarichi forti non sono stati risolti troppo facilmente, finendo anzi per trascinarsi fino a tutta la giornata di giovedì, a dimostrazione di quanto sia stato difficile cercare di non scontentare nessuno.

Alla fine anche gli ultimi nodi sono stati sciolti: e così il vicesindaco Silvestri è il vero superassessore, avendo ottenuto anche la delega ai lavori pubblici, e lo stesso si può dire di Lattanzi, al quale sono andate Urbanistica, Infrastrutture ed Edilizia. Per il resto tutto più o meno secondo le previsioni, con Tega al Bilancio, Aliberti alla Cultura, Castelli che tiene per sé la sicurezza dei cittadini, polizia municipale, progetti strategici per la città, comunicazione istituzionale e le due donne in giunta, Donatella Ferretti e Giovanna Cameli, che ottengono rispettivamente i Servizi Sociali e l’Istruzione.

Ecco la lista completa delle 10 deleghe assegnate:

Giovanni Silvestri: Lavori pubblici, traffico, mobilità sosta e parcheggi

Davide Aliberti: attività culturali, programmazione e gestione dei teatri comunali, affari istituzionali e contenzioso.

A Massimiliano Brugni: gioventù, sport, edilizia sportiva, rapporti con l’associazionismo sportivo e giovanile, Informagiovani.

Cesare Celani: turismo, programmazione e gestione eventi e manifestazioni, musei, artigianato locale ed artistico, politiche per il centro storico, gestione delle risorse umane e riorganizzazione dell’apparato comunale, attuazione del programma, Ced e reti informatiche.

Giovanna Cameli: istruzione e politiche educative, servizi per l’infanzia, asilo nido e scuole materne, mense scolastiche, cooperazione internazionale e gemellaggi, rapporti con le università, pratica Unisco e biblioteche.

Massimiliano Di Micco: politiche per lo sviluppo economico e per il lavoro, Commercio, artigianato, formazione professionale, sicurezza sul lavoro e relazioni con le parti sociali, decentramento e partecipazione del cittadino, politiche per la tutela del consumatore, ufficio relazioni con il pubblico, rapporti col difensore civico.

Donatella Ferretti: servizi sociali, politiche per la famiglia, pari opportunità, politiche per l’immigrazione, rapporti con le persone e il volontariato, trasporti di carattere sociale.

Luigi Lattanzi: pianificazione urbanistica generale ed esecutiva, Piano regolatore generale, infrastrutture, edilizia privata, edilizia residenziale pubblica, assegnazione alloggi e rapporti con l’Erap, sportello unico delle imprese, piano e gestione arredo urbano, manutenzione del patrimonio e pubblica illuminazione.

Valentino Tega: bilancio, finanza e tributi, gestione amministrativa del patrimonio, programmazione, controllo di gestione, provveditorato ed economato, affari generali, contratti, indirizzi alle società partecipate e relativa rappresentanza.

Claudio Travanti: ambiente, verde pubblico, parchi e giardini, pulizia delle mura, programmazione politiche ecologiche, politiche energetiche, protezione civile, servizi demografici ed elettorali, piano regolatore degli orari, servizi cimiteriali, autoparco, trasporti, farmacie.

Il sindaco Castelli ha tenuto per sé le deleghe: sicurezza dei cittadini, polizia municipale, progetti strategici per la città, comunicazione istituzionale.

La giunta poi individuato nel segretario generale Minicucci, il rappresentante della delegazione pubblica che, in sede concertativa, si confronterà con la Rsu aziendale della dirigenza e con i sindacati territoriali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 497 volte, 1 oggi)