SAN BENEDETTO DEL TRONTO- «Volantino? Intanto non è un volantino ma una locandina dalle dimensioni senz’altro appropriate. Ne abbiamo stampato più di 200 copie e sono diffuse in tutta la Riviera per aiutare i turisti a scegliere i propri momenti di relax fuori dalla spiaggia».

Ad Alessandro Zocchi proprio non va giù la dura lettera di critica diffusa dal presidente dell’Associazione Operatori Turistici di Grottammare (Aot) Umberto Scartozzi.
Ancora una volta enti pubblici e associazioni private che discutono animosamente sui metodi di accoglienza e di promozione turistica.
In questo caso l’oggetto del contendere è una locandina plastificata che non fa una brutta figura, anzi. Per ragioni di spazio, comunque, gli eventi estivi dei Comuni associati al Consorzio Turistico (San Benedetto del Tronto, Grottammare, Ripatransone, Acquaviva, Offida, Monteprandone, Accumoli) hanno dovuto subire una selezione. Scartozzi ha tuonato: «Nello spazio per Grottammare manca la Festa di San Paterniano».
Zocchi risponde: «Abbiamo dovuto fare una sintesi, lo spazio a disposizione altrimenti sarebbe stato a malapena sufficiente per gli eventi sambenedettesi. Non facciamo polemiche strumentali ad ogni costo, altrimenti non raggiungeremo mai quella mentalità moderna, incentrata sul fare rete fra i Comuni della Riviera, che sola può finalmente riportare in alto il nostro turismo».
Scartozzi ha da ridire sulla presenza di Accumoli nel Consorzio Turistico. Zocchi risponde: «Forse Scartozzi non sa che è in piedi un progetto basato su fondi europei che prevede la valorizzazione turistica della strada Salaria, un progetto che coinvolge Marche e Lazio. Io invece credo che la presenza della cittadina laziale sia da esempio. Con Cupra intendiamo riaprire un dialogo, riprendere la campagna d’ascolto con la nuova amministrazione comunale. Credo che il nostro turismo volerà alto se adoperiamo una strategia d’insieme, Comuni più piccoli e Comuni più grandi, enti pubblici e associazioni di privati, fornendo una comunicazione efficace ed efficiente ai turisti che soggiornano da noi, partecipando a fiere e workshop di settore. Così si va avanti, non con le polemiche strumentali».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 856 volte, 1 oggi)