SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sarà agile, ma è anche un po’ sfigato: stiamo parlando del ladro acrobata, o meglio “uomo ragno”, che dopo essere balzato agli onori (si fa per dire) delle cronache cittadine per aver tentato di entrare nell’appartamento del giornalista sambenedettese Maurizio Compagnoni (che, appena rientrato a casa, si era accorto della sua presenza ed era riuscito ad evitare che entrasse), ci ha riprovato la notte scorsa, in un appartamento poco distante da quello di Compagnoni, sempre salendo come un vero “spider man” sui balconi. Anche stavolta, però, se l’è dovuta dare a gambe (e anche stavolta svicolando dall’esterno), perché è stato scoperto dai residenti dell’appartamento dove voleva entrare.

Comunque un consiglio: nonostante il caldo, forse è meglio evitare di lasciare le finestre aperte, queste notti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 994 volte, 1 oggi)