ASCOLI PICENO – Torna “Synergie Teatrali Festival”, seconda edizione dell’appuntamento culturale ascolano relativo ad “Arte nei Luoghi dell’Arte”.
Si tratta di un festival teatrale itinerante che prevede, prima dell’inizio di ogni spettacolo, una visita gratuita guidata al museo che lo ospita a partire dalle ore 20. Agli spettacoli seguiranno degustazioni di vini e prodotti tipici, offerte rigorosamente da ditte locali. «Credo che questa iniziativa vada letta proprio all’insegna della riscoperta del nostro territorio e delle nostre tipicità», ha dichiarato il direttore artistico Stefano Artissunch che ha sottolineato la volontà della compagnia di creare un Festival inserito nel tessuto cittadino, che sappia sfruttare le architetture urbane come scenografie naturali. «Ascoli del resto ha tante risorse territoriali – ha aggiunto il regista – e bisogna cominciare a metterle in comunicazione tra loro, in un simbiotico scambio tra uomo e territorio. A questo fine ai grandi attori, quali Debora Caprioglio, Mariangela D’Abbraccio, Mariangela Pespani, Enzo Decaro, si affiancheremo artisti del territorio, in cui crediamo e che vogliamo promuovere, come Lucio Alfonsi che per lo spettacolo di lunedì 20 luglio “Elena” – con Mariangela d’Abbraccio – e di mercoledì 22 luglio “Spiriti Nativi” – con Enzo Decaro – allestirà mostre a tema; oppure chiamando Gigi Ottoni, attore e regista, sempre di Ascoli che lavora da anni al teatro stabile di Bolzano, o ancora Pierpaolo Marini, un musicista locale che curerà la colonna sonora dello spettacolo “Decameron” venerdì 24; o ancora giovani attori che si propongono come realtà emergenti, tra cui Alessandro Marinelli, che insieme a me e a Ottoni curerà lo stage formativo La Parola che Racconta».
Gianni Silvestri, vicesindaco di Ascoli, ha dichiarato che «l’iniziativa si svolgerà nel pieno sostegno delle autorità civili e della giunta comunale, e non escludiamo che il festical diventi il nuovo evento di punta dell’estate ascolana: un appuntamento annuale per un pubblico di appassionati e di cultori di teatro, non più di ambito soltanto locale, ma, perché no, nazionale».
Franco Bono, consigliere di amministrazione della Fondazione Carisap, ha ribadito l’importanza del progetto Synergie Teatrali Festival, una manifestazione nata l’anno scorso grazie all’appoggio e al sostegno della Fondazione, «Ente che – come ha spiegato il Professore – da anni opera per la valorizzazione delle risorse socio-culturali di Ascoli e territorio. Sicuri della qualità e dell’importanza dell’iniziativa la Fondazione ha deciso di patrocinare il Festival sino al 2010».
«Quest’anno la novità dell’evento consiste nella partnership culturale dei Musei Civici, un progetto – ha spiegato Simona Chiovini, responsabile della rete dei Musei Civici – pensato proprio per la valorizzazione dei luoghi d’arte cittadini. Ascoli può e deve diventare una meta per un turismo medio-alto, interessato a vedere i dipinti di Tiziano o Guido Reni, o a ripercorrere la storia della maiolica locale. Ecco allora l’idea di unire all’arte pura, ai beni culturali, i grandi nomi dello spettacolo nazionale che valorizzino, con la suggestione del teatro e l’arte scenica dei movimenti, gesti, parole, suoni, luci e colore i nostri chiostri o giardini all’aperto, ambienti che sono già altamente evocativi di per sé. Non più musei come spazi chiusi e inaccessibili, ma spazi aperti e fruibili che possono trasformarsi all’occorrenza in prestigiose e affascinanti location».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 392 volte, 1 oggi)