SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Come era ampiamente previsto e doveroso vista l’esistenza di regole chiare, la Samb è stata esclusa dai campionati professionistici dal Consiglio Federale che si è riunito nella giornata odierna, martedì 14 luglio, per esaminare la posizione dei club che non avevano presentato la documentazione richiesta lo scorso 30 giugno. La Samb, poi, non aveva fatto ricorso rispetto a quella scelta nella giornata di sabato scorso, 11 luglio, e la richiesta di proroga scritta dai Tormenti (che intendevano giustificare l’esclusione con l’impossibilità di operare a causa delle personali vicende giudiziarie).

Dunque i rossoblu ripartiranno da zero, che, però, potrebbe essere uno zero virgola qualcosa a seconda della categoria in cui saranno confinati: che potrebbe oscillare dalla Prima Categoria all’Eccellenza, anche se il pool di imprenditori che probabilmente si andrà coagulando attorno a Sergio Spina (gli stessi che lo avevano supportato nei due mesi di gestione da aprile a giugno, tra i quali la famiglia Sciocchetti per il settore giovanile) e il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari stanno tentando di recuperare almeno la Serie D.

Oltre la Samb, ufficializzate da giorni le esclusioni eccellenti in Lega Pro di Avellino, Pisa, Treviso e Venezia (per la Prima Divisione) che non avevano presentato ricorso alla Covisoc (commissione di vigilanza e controllo delle società professionistiche) dopo l’esclusione decisa la scorsa settimana. Fuori gioco anche Biellese e Ivrea, che avevano rinunciato all’iscrizione. Salve anche Alghero, Barletta, Igea Virtus, Legnano, Pro Sesto e Vibonese.

«Esco da questo consiglio federale soddisfatto perché su 90 squadre ne ho avute iscritte 87 – ha spiegato all’uscita di via Allegri, Mario Macalli, presidente della Lega Pro – Se si seguissero i nostri parametri, in serie B non si iscriverebbero 15 squadre. Ho fatto un appello affinché i club non iscritti possano ricominciare dalla Lega dilettanti con nuove società

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.780 volte, 1 oggi)