SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ecco gli autobus che vanno a metano. Un risparmio del 30% sul costo del carburante e una notevole riduzione delle sostanze inquinanti diffuse nell’aria, in particolare Pm10, quasi ridotte a zero.

Sono i principali pregi dei tre mezzi a metano entrati in funzione nei giorni scorsi sulle tratte urbane della Start, e presentati sabato 11 luglio alla rotonda Giorgini alla cittadinanza. Entro fine mese ne entreranno in funzione altri tre, mentre un veicolo simile è già in servizio a San Benedetto da diversi mesi.

I nuovi veicoli hanno una lunghezza di circa 7 metri, 10 posti a sedere (o nove, quando è occupata la postazione per una carrozzina, che può accedere da un apposito scivolo), 29 in piedi, un motore di 3 mila centimetri cubici di cilindrata, 170 cavalli di potenza, tutti i confort interni, a partire dall’aria condizionata. Questi mezzi verranno impiegati durante gli orari non di punta, quando cioè non vengono richiesti mezzi con particolare capienza.

«Si tratta – spiega l’assessore ai trasporti Settimino Capriotti che, insieme al sindaco Giovanni Gaspari e ai vertici della Start, ha partecipato alla presentazione dei nuovi mezzi – di un’ulteriore azione condotta dall’Amministrazione con l’obiettivo di rendere sempre più competitivo e, in questo caso, anche confortevole lo spostarsi con il mezzo pubblico».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.133 volte, 1 oggi)