Riceviamo e pubblichiamo dall’Aot di Grottammare:
Abbiamo appena ricevuto dal Consorzio turistico una locandina dal titolo in grande “Eventi e Manifestazioni della Riviera delle Palme” trasmesso a tutte le strutture turistiche di Grottammare (vedi foto).
Ma leggendo in dettaglio il volantino, che da come dice il titolo dovrebbe racchiudere tutte le iniziative estive organizzate nelle località della Riviera delle Palme (San Benedetto del Tronto, Grottammare, Ripatransone, Acquaviva, Offida…..), non posso esimermi dal fare due considerazioni.
1) Si parla di Riviera delle Palme… va bene e accettabile (anche se con giustificabile forzatura) che tale territorio venga pensato esteso alle località dell’entroterra piceno… ma chiedo, forse la Riviera delle Palme è così estesa da comprendere anche località fuori provincia quali Accumoli che sta in provincia di Rieti?
Cerchiamo di essere seri una volta per tutti: se il comune di Accumoli fa parte del Consorzio turistico, ciò non può autorizzzare che venga inserito d’ufficio in una locandina dal nome RIVIERA DELLE PALME una località che nemmeno sta in provincia, se non altro per rispetto di quelle località che invece fanno veramente parte della stessa Riviera delle Palme, Cupra Marittima inclusa!
2) Leggo le manifestazioni che si tengono a Grottammare per l’estate 2009… ma un dubbio mi assale: ora a quale brochure dobbiamo fare riferimento, alla brochure del Comune di Grottammare che ha deici colonne di eventi distribuiti nel mese di Luglio e Agosto o a quella appunto del Consorzio che presenta invece una misera colonnina di eventi per Grottammare? A quale dobbiamo credere, dove sta la verità? Sono tutte vere le manifestazioni pubblicizzate dal Comune o ha ragione il Consorzio che ne presenta solo alcune?
Tanto per fare un esempio, secondo la locandina Consorzio, non ci sarebbe a Grottammare in questo weekend la famosa Festa di S. Paterniano, la festa del patrono molto sentita dai cittadini di Grottammare con un programma che spazia dal 10 al 12 Luglio.
Ma questo è solo un esempio, mentre non è “esemplare”, per non dire altro, la pochezza organizzativa del Consorzio Turistico, nonostante i corposi sostegni pubblici (presi dalle nostre tasse) che i ns amministratori versano alle casse del Consorzio, senza che nessuno (vedi assessorato al turismo) ne controlli l’operato.

Firmato: Umberto Scartozzi, presidente
Una critica dura quella inviataci dall’Associazione Aot di Grottammare che riportiamo in modo quasi integrale perché ci sembra in linea con correttezza e senza parole che possono offendere i rappresentanti del Consozrio turistico e, indirettamente, dell’assessore al turismo. La giriamo quindi ai diretti interessati che, credo, faticheranno a trovare giustificazioni se le cose stanno (sembrerebbe di sì) come ha denunciato l’Aot. Ci mettiamo a disposizione di Alessandro Zocchi e Domenico Mozzoni per le delucidazioni del caso. Li sentiremo domani. La mia speranza, è spesso così, è che si avveri il proverbio che “non tutto il male vien per nuocere” e che dal confronto esca fuori una soluzione o un chiarimento che possa migliorare certi aspetti a volte considerati meno importanti di quuanto lo siano realmente. E’ il motivo principale per cui riteniamo doverosa la pubblicazione della protesta di Scartozzi (presidente Aot) perchè necessaria al miglioramento dell’accoglienza turistica. Parlarne non può che far bene.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 684 volte, 1 oggi)