SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un lungo corteggiamento, sfociato in una passione travolgente nella cornice di Lipari pochi mesi dopo il termine della seconda Guerra Mondiale. Si tratterebbe di una normale love-story se i protagonisti non si chiamassero Leonida Bongiorno, esponente di spicco del Partito Comunista locale ed Edda Ciano, figlia prediletta di Benito Mussolini. Ecco allora che Marcello Sorgi, stimato cronista de “La Stampa”, ha deciso di raccontarla, realizzando un’opera più vicina alla ricostruzione documentale che al puro romanzo. Un libro intitolato “Edda Ciano e il comunista” e presentato sabato sera alla Palazzina Azzurra nel corso della popolare rassegna “Incontri con l’autore”.

«Un autentico colpo di fulmine – racconta il giornalista siciliano – generato inizialmente dalla passione fisica, alla quale poi si aggiunse quella intellettuale». Già perché nonostante la profonda distanza ideologica, «Leonida godeva di un innato carisma capace di attrarre le masse, dote che in un certo senso lo legava alla figura del Duce».

Ma nella lista dei meriti attribuibili a Bongiorno va certamente inclusa la capacità di aver restituito la femminilità ad una donna distrutta dai recenti eventi: «Edda aveva perso marito e padre. Il suo corpo era provato e cadente, magro e curvo. Lui la trasformò, guarendola oltretutto da una frigidità spesso lamentata»

Il rapporto tra l’Ellenica (come la chiama lui) e il Baiardo (soprannome datogli da lei) proseguì sino agli anni settanta, anche se secondo le documentazioni ufficiali il legame non sarebbe andato oltre il 1947. «La conclusione – conclude l’autore – svelerà il perché di questa curiosa incongruenza»

Il saggio, uscito da appena due mesi e mezzo, ha raggiunto quota sei ristampe. E a chi gli chiede come abbia reagito la famiglia Mussolini a simili rivelazioni, Sorgi risponde:« Il contraccolpo è stato positivo, soprattutto da parte della nipote di Edda, Alessandra. Interpellata a riguardo in una puntata di “Porta a Porta”, la parlamentare ha ammesso di non essere al corrente di questo flirt, ma ha allo stesso tempo definito il mio libro onesto e vicino alla realtà».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 710 volte, 1 oggi)