GROTTAMMARE – Tempo clemente, mare un po’ mosso, l’XI edizione del Palio del Pattino – Memorial Maurizio Pignotti si è tenuta nel pomeriggio di sabato 11 luglio, con partenza dalle 17,30 dalla spiaggia antistante piazza Kursaal.

Sono sette i rioni che si sono sfidati: Bore Tesino, Croce Arabo, Ischia I, Ischia II, Lame, Stazione, Valtesino Centro, ed anche quest’anno Bore Tesino – che ha vinto per 3 anni consecutivi 2006/07/08) gareggia alla grande stando in testa seguito dal rione Lame.

La premiazione dei vincitori si terrà domenica 12 luglio, alle 21,15, in piazza Kursaal. Seguirà uno spettacolo pirotecnico, a chiusura dei festeggiamenti del santo patrono, a cura del Comitato San Parteniano.

Di istituzione abbastanza recente (1999, ma dall’anno 2000 la manifestazione è abbinata alla memoria di Maurizio Pignotti,  giovane grottammarese che vinse la I edizione del  Palio con i colori del rione Stazione, scomparso a causa di un incidente stradale a pochi mesi dalla gara), il Palio del Pattìno concorre al folklore locale attraverso la rivalutazione di usi e costumi perduti. Elemento fondamentale per l’ammissione alla gara, infatti, è il possesso di un pattino rigorosamente in legno, una tipologia di natante scomparso ormai da tempo dalle spiagge.

Tecnicamente, consiste in una gara tra rioni cittadini – storici e non – che si contendono la vittoria (da quest’anno, in palio un trofeo in bronzo raffigurante l’opera “Gabbiano sull’onda” del Maestro scultore Francesco Santori), sponsorizzando mosconi in legno condotti da due rematori, non professionisti, dei quali almeno uno con residenza a Grottammare

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.155 volte, 1 oggi)