ASCOLI PICENO – La Polizia di Stato di Ascoli ha presentato alla stampa due mezzi insoliti, quanto, assicurano dalla Questura di Ascoli, efficienti per favorire un miglioramento del servizio di sicurezza e di garanzia della qualità della vita del cittadino. Si tratta di due City Bike fornite dall ditta Decathlon di San Benedetto, che permetteranno alla Polizia di prossimità, meglio identificata nella figura del poliziotto di quartiere (che ad Ascoli è composto da quattro pattuglie), di rendere più agevole ed efficiente il servizio.

L’obiettivo dichiarato è quello di avere una «Polizia legata al territorio, responsabilizzata, in grado d’intervenire su numerosi problemi e aperta alla collaborazione con altre istituzioni. I nuovi moduli operativi della Polizia di Stato hanno lo scopo di assicurare una presenza sul territorio sempre più visibile e capillare e, al tempo stesso, di rispondere in modo appropriato e concreto alla domanda di sicurezza dei cittadini».

Anche se, si è precisato nella conferenza stampa di venerdì mattina presso la sala conferenze della Questura di Ascoli, per Polizia di prossimità «non si intende solo l’agente di quartiere che opera in un territorio delimitato, bensì una serie di nuove iniziative come l’apertura di commissariati di quartiere, il servizio denunce a domicilio per anziani e portatori di handicap, l’Ufficio Minori, il progetto “parchi sicuri”, l’attivazione presso le Questure degli Uffici per le Relazioni con il Pubblico. E ancora l’organizzazione di “squadre tifoserie” per prevenire incidenti nelle partite di calcio, il progetto “il poliziotto un amico in più” e il sito internet che, giorno dopo giorno, si arricchisce di informazioni e servizi utili per i cittadini».

Le due City Bike, già in dotazione presso la polizia di San Benedetto, racano il logo della Polizia di Stato e della ditta Decathlon.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 545 volte, 1 oggi)