MASSIGNANO – Torna “Massignano si infiamma”, la manifestazione di pipe e fischietti in terracotta curata da Alberto Cavallini ed organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune in collaborazione con le associazioni del territorio: Pro Loco, Arancia Meccanica e Massignano Ceramica. Una manifestazione che nasce dall’intento di riavvicinare i cittadini alle antiche tradizioni, per riscoprire la raffinata lavorazione dell’argilla da cui nascono le bellissime forme satiriche, parodistiche e bizzarre di questi manufatti sonori.

Molti gli artisti dell’argilla provenienti da diverse parti d’Italia che figurano in questa seconda rassegna.Tra di loro, importanti nomi del settore quali Silvano Latini, Lodovico Antonini, Terry Davies, lo stesso curatore dell’evento Alberto Cavallini, Lorenzo Cianchi e Andrea Comacchio. Presente inoltre Armando Scuto, Presidente nazionale dell’Associazione Fischietti e Figuli d’Italia.

Il tutto partirà sabato mattina alle ore 10 nel centro storico, dove i vari artisti daranno inizio alla costruzione del forno sperimentale in fibra. Tra le esposizioni di fischietti, pipe e figuli in terracotta, tra gli stand gastronomici a base di prodotti tipici, l’intrattenimento musicale e gli spettacoli per bambini, i cittadini ed il pubblico partecipante potranno assistere agli eventi culmine della manifestazione: la realizzazione e la cottura della straordinaria scultura dell’artista Andrea Comacchio e, da parte dello scultore Lorenzo Cianchi, della statuetta “Sofia”, antica fontana massignanese simbolo della comunità situata ai piedi della torre civica e da lì scomparsa misteriosamente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 515 volte, 1 oggi)