SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È la festa più importante della sambenedettesità ma a due settimane dal suo svolgimento il Comune di San Benedetto ancora non ha fatto stanziamenti per le spese organizzative.
Lo dice pubblicamente e con toni piani il presidente del Consiglio comunale Giulietta Capriotti, nella veste di presidente del comitato organizzatore dei festeggiamenti.
Negli ultimi due anni molti fondi per l’organizzazione (solo per i tradizionali giochi pirotecnici della domenica sera servono 25mila euro) sono giunti da sponsorizzazioni varie. Quest’anno si aggiungeranno anche gli introiti derivanti dal ritorno della lotteria a premi.
«Il Comune qualcosa dovrà dare», dice la Capriotti. Ma ad oggi, a due settimane dall’evento principale fra le feste cittadine, l’intervento pubblico è stato ancora assente. Questione di scelte, certo, il fatto di puntare sulle sponsorizzazioni dei privati. Scelte anche economiche, ovviamente, nel senso che permettono un minore esborso dalle casse del Comune. Ma forse la festa della Madonna della Marina merita un allentamento dei cordoni della borsa pubblica. Quantomeno un allentamento paragonabile a quello che avviene per altre feste e manifestazioni certamente meno caratteristiche per l’identità cittadina.
LA FESTA Il parroco della cattedrale don Armando Moriconi e il presidente del comitato di quartiere Fabrizio Capriotti hanno presentato il programma religioso e civile. Dal 16 luglio inizia la Peregrinatio Mariae, ovvero la “visita” che la sacra immagine della Madonna della Marina compie nelle vie del centro. Giovedì 23 luglio, dopo la Messa in via Mentana, l’immagine verrà trasferita in forma privata presso la sede dell’Associazione Pescatori Sambenedettesi in via Marinai d’Italia.
Venerdì 24 luglio alle 19 il Santo Rosario in quella sede e alle 20 cena e festa popolare nella nuova piazza di via Montebello. «Da due anni cerchiamo di riportare la festa della Madonna della Marina ai suoi fasti del passato, in termini di seguito e coinvolgimento di tutte le fasce d’età», dice Capriotti.
Sabato 25 luglio la classica processione in mare aperto, mentre alle 21 la Messa nel piazzale dello scalo d’alaggio al porto. Al termine, la protettrice dei sambenedettesi e degli uomini di mare verrà trasferita con scorta d’onore presso la sede della Capitaneria di Porto, ed è una novità che si ripete dal 2008. Prima infatti l’immagine della Vergine veniva ricondotta in cattedrale.
Domenica 26 luglio, il vero giorno solenne secondo la liturgia, alle 18:45 parte la solenne processione con il Vescovo Gestori e la banda musicale che accompagna la Vergine in cattedrale, davanti alla quale alle 19:30 è prevista la Messa Solenne conclusiva.
LOTTERIE E CONCERTI I premi messi in palio sono una Mini Ray (concessionario Cascioli), una Vespa Piaggio (Consorti Auto) e un Tv Color (Dave). Il ticket costa 2 euro e 50 e l’Assoalbergatori tramite il segretario Andrea Perugini e l’associazione di concessionari balneari Itb tramite Giuseppe Ricci hanno manifestato la disponibilità a promuovere l’acquisto di pacchetti di ticket da parte degli operatori turistici. Scherza Perugini: «Speriamo che nostra Signora ci aiuti ad avere meno pioggia per questa stagione turistica».
Sabato 25, inoltre, gli Zero Assoluto terranno un concerto a ingresso gratuito presso la Rotonda Giorgini (inizio ore 21:15) nell’ambito degli eventi della corsa podistica Gazzetta Run.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.090 volte, 1 oggi)