ASCOLI PICENO – Catturato in Romania e subito estradato in Italia il romeno di 24 anni, B.A., accusato di aver violentato una connazionale di 18 anni nell’ascolano. Su di lui pendeva un mandato di arresto europeo. Erano già finiti in manette gli altri due presunti autori della violenza, B.N., 22 anni, e C.A.V, 23 anni, anche loro romeni, arrestati dai carabinieri di Ascoli a Monsampolo del Tronto e che respingono ogni accusa.

I fatti risalirebbero a un anno fa. A denunciare i tre, a metà aprile del 2008, era stata la donna, appena maggiorenne.

B.A., il terzo uomo che era ricercato, ora si trova in carcere di Rebibbia, in attesa dell’interrogatorio di garanzia. Deve rispondere di sequestro di persona, violenza sessuale, violenza privata aggravata e percosse in concorso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 659 volte, 1 oggi)