SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da oggi non si scherza più: la Covisoc nella giornata odierna è chiamata ad esprimersi sulle società che hanno i requisiti per iscriversi al campionato, e la Samb, insieme ad un’altra ventina di formazione di Prima e Seconda Divisione, non ha al momento i requisiti necessari. Che sono, lo ripetiamo per l’ennesima volta: pagamento degli stipendi fino al 30 aprile, contributi relativi oltre che una fidejussione da 100 mila euro che doveva essere presentata già lo scorso 30 giugno. In tutto, tra 600 e 700 mila euro.

Dopo la giornata odierna, il giorno ultimo per presentare ricorso e quindi pagare quanto c’è da pagare sarà venerdì 10, e la Covisoc decidererà entro l’11 luglio.

La Samb scomparirà e sarà costretta a ricominciare da campionati non consoni alla propria storia? Sarà persino difficile ottenere l’iscrizione in Eccellenza, se si prende a riferimento quanto accaduto alla Fermana (ripartita dalla Prima Categoria). In questi ultimi giorni si rincorrono voci continue di gruppi o cordate, forse riconducibili alla figura di Ermanno Pieroni, che potrebbero provvedere al pagamento delle cifre prima menzionate e acquisire il club. Forse questa sera se ne saprà di più.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.298 volte, 1 oggi)