SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Powerboat come Carneade, almeno per i mass media italiani. Già perché la tappa del Campionato Mondiale di Motonautica offshore, tenutosi a San Benedetto dal 3 al 5 luglio, in questi giorni (scriviamo il mercoledì successivo) pare non aver ancora attratto la stampa cartacea e on-line, né tantomeno le televisioni di bacino nazionale.

Se la “Gazzetta dello Sport” ha dedicato domenica un brevissimo trafiletto all’evento nella sezione “altri sport”, questo al contrario nemmeno è comparso nelle edizioni di lunedì della stessa Gazza e di “Tuttosport”, dove la manifestazione è stata offuscata dalle notizie riguardanti il Baseball e l’Hockey su pista. Zero righe anche nei quotidiani di martedì con il “Corriere dello Sport” ed il giornale che fu di Candido Cannavò completamente sintonizzati su altre “frequenze”.

L’identico discorso è valevole per la versione web della “rosea” e non solo: Gazzetta.it per l’intero week-end non ha lanciato neanche una “breve” sugli esiti delle varie fasi della competizione, così come i siti Sportmediaset.it e Raisport.rai.it, ignari delle gesta di Marco Pennesi & Co.

Situazione leggermente migliore per quanto concerne il piccolo schermo, ma pure qui il confine con l’anonimato è stato sottile. Secondo quanto riferitoci da un lettore, il Tg La7 avrebbe rapidamente commentato la gara, senza però mostrare alcun filmato in supporto. Discorso diverso per Yacht & Sail, canale tematico del bouquet Sky che ha sì immediatamente offerto una sintesi del Mondiale, ma della tappa di Istanbul (disputata dal 19 al 21 giugno). Chissà fra quanti giorni toccherà alla Riviera delle Palme.

L’annunciato “Speciale Powerboat” previsto sull’emittente satellitare Raisport Più per il pomeriggio di lunedì, è invece stato sostituito prima da un collage dei migliori avvenimenti sportivi del “recente” 1972 e successivamente dal Campionato Nazionale di Tiro alla Fune (categoria 640 kg). Sempre per il 6 luglio il team di Metamarine aveva inoltre annunciato un lungo approfondimento di Raidue sull’avvenimento. Peccato che a quell’ora, come ogni giorno, fosse in onda il Tg2 (seguito dalla sitcom “7vite”). Il secondo canale pubblico dovrebbe comunque trasmettere, nella notte fra stasera e giovedì (verso l’una), un’intervista a Pennesi, replicata in seguito domenica 12 alle ore 18 a “Numero1”. Conversazione che verterà sul suo ambito professionale nella cantieristica navale. Che sia la volta buona?

Silenzio tombale infine su Sky Sport 24, anche se ci arrivano segnalazioni di un servizio realizzato dal sambenedettese Maurizio Compagnoni.

Questo finora l’effetto mediatico ottenuto dalla competizione, costata solo al Comune di San Benedetto del Tronto circa 20 mila euro. «Un grande risultato per quanto riguarda la promozione ed il ritorno d’immagine della nostra città», ha dichiarato soddisfatto il sindaco Giovanni Gaspari.

Ritorno d’immagine che obiettivamente, tra comunicati mancati e appuntamenti soppressi (o sempre più di “nicchia”), non pare esserci ancora stato. Per ora si può dire “il Powerboat chi l’ha visto?”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.581 volte, 1 oggi)