SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’ “Iron Man” Vittoriano Quinzi, vice presidente del Porto 85 Polisportiva, ha conquistato un risultato eccezionale nella disciplina da lui stesso praticata, il Triathlon. Con un tempo di dieci ore e cinquantuno minuti, il triatleta sambenedettese, a Francoforte, ha dimostrato il proprio valore e si è aggiudicato, gareggiando per la Società Flipper Triathlon di Ascoli Piceno, il diritto di partecipare alla gara delle Hawaii, la più dura e importante competizione mondiale in questo campo.

Per tutti gli sportivi che praticano il Triathlon, le Hawaii rappresentano il traguardo più alto ed arduo da raggiungere e in cui misurarsi: vi sono ben 3.800 metri di Oceano Pacifico da affrontare a nuoto, 180 chilometri in bicicletta da percorrere tra saliscendi vulcanici e 42 chilometri abbondanti di strada da correre, senza pause tra una disciplina e l’altra. Il percorso, decisamente sfiancante per qualsiasi atleta, è una sfida alla quale gli appassionati non rinuncerebbero mai. Ma ad essa si accede solo mediante qualificazione ottenuta nelle 23 gare che si disputano in tutto il globo.

A ottobre, Vittoriano Quinzi, che si è guadagnato con sudore e fatica questa opportunità, rappresenterà all’ “Ironman” delle Hawaii, la caparbietà sportiva sambenedettese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.597 volte, 1 oggi)