SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Domenica di pioggia e di allagamenti in città, soprattutto nelle solite zone del centro: Piazza Garibaldi, Via Roma, Via Calatafimi, Via San Martino, Via Alfieri. Della forte protesta da parte dei cittadini si fa portavoce il presidente del comitato di quartiere Marina Centro, Fabrizio Capriotti: «Siamo alle solite, un disastro, ennesimi danneggiamenti ed allagamenti di scantinati ed attività commerciali, è ora di dire basta. Abbiamo ricevuto qualche mese fa la bella notizia da parte dell’amministrazione e dall’assessore Sestri circa i lavori di sistemazione dell’impianto fognario di tutta la zona. Si faranno presto, il progettista incaricato è l’architetto Farnush Davarpanah. E allora a lui chiediamo quando partiranno i lavori, a che punto passa il progetto. Perché ci risulta che i soldi ci sono, ce li mette l’Ato o il Ciip., la volontà politica per effettuare l’opera è stata espressa anzi deliberata, ma allora perché il progetto non va avanti?».

Capriotti chiede poi alle istituzioni di smentire con i fatti «l’atavico scetticismo del cittadino medio italiano sull’efficienza della macchina amministrativa. Il quartiere tutto si aspetta una pronta risposta. Per una volta magari si lasci pure indietro l’abbellimento di una piazza, lo spostamento di una panchina o la pavimentazione del lungomare, i cittadini ve ne saranno grati».

RACCOLTA DIFFERENZIATA Non solo critiche, da parte di Capriotti e del comitato di quartiere Marina Centro c’è anche apprezzamento per il nuovo sistema di raccolta differenziata con i mezzi meccanici “Gabbianelle”: «A nostro avviso l’assessore Canducci ha fatto un buon lavoro, noi avevamo espresso qualche perplessità in merito agli orari, soprattutto per quanto riguarda il periodo invernale, però su questo aspetto l’amministrazione ci ha garantito di essere pronta eventualmente a rivedere la tabella di marcia, vedremo. Certo, per come si era abituati ci tocca sostenere qualche “scomodità”, dividere la spazzatura in più sacchi, uscire a buttare l’immondizia esclusivamente ad un certo orario, ma invitiamo tutti a fare una riflessione, provate a passare lì dove qualche giorno fa c’erano i bidoni. Adesso è proprio un altro mondo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 755 volte, 1 oggi)