SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le pioggia caduta nel primo mattino di domenica ha ricreato i soliti piccoli e grandi problemi che la città conosce ormai da tempo. Dalla centrale di Vigili Urbani si comunica dei ormai “soliti” piccoli o grandi allagamenti in via Calatafimi e Via Roma, che insistono nei pressi delle piazze S.Giovanni Battista e Garibaldi, dove il progetto per un sistema di drenaggio tarda a venire e gli allagamenti si ripetono puntualmente come in questo caso.

Lo stessi dicasi per il sottopasso ferroviario di via Tibullo, che si è regolarmente allagato. Piccoli quanto sospetti smottamenti di terreno invece in via Bixio, nella zona poco distante dalla stessa centrale dei Vigili Urbani, così come quello verificatosi nei pressi dello chalet nr.41, poco lontano dall’hotel Sidney.

Smottamento che in questo caso si è verificato nei pressi di un tombino. Per evitare qualsiasi ipotesi di cedimento del terreno sottostante provvederanno gli uomini della Ciip a verificare la pericolosità del fenomeno.

Per il resto le solite lunghe code agli incroci. Le code più lunghe a Porto d’Ascoli nell’incrocio Via Mare-SS16 dove in alcuni momenti si è raggiunti la distanza di mezzo chilometro. Lo stesso dicasi dell’altro regolato dai semafori che collega la SS16 con Via Turati e la Salaria. Cosi come code che arrivano persino all’altezza della deviazione per la chiesa San Pio X (zona Blockbuster) sono state segnalate per il semaforo posto all’altezza dell’Ospedale che divide la SS16 da via Manara e via Moretti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.246 volte, 1 oggi)