ANCONA – Ultimamente ulla stampa locale si è diffusa la notizia circa la soppressione dei collegamenti ferroviari tra Ancona Centrale e Ancona Marittima nel periodo che va dal 1 luglio al 30 agosto 2009. La Regione Marche ritiene necessario chiarire queste informazioni ed evitare confusione e disorientamento.

In primo la Regione sottolinea che l’Autorità Portuale di Ancona ha ripetutamente sollecitato la Regione stessa a cancellare i treni nella fascia oraria tra le 10 e le 20, sulla relazione in questione, per i due mesi estivi, a causa della presenza di due passaggi a livello nella zona portuale, che determina la congestione del traffico per i turisti in attesa di imbarco. Rispetto a tale richiesta vi era stata la disponibilità da parte del Comune e della Provincia, mentre la Regione ha ritenuto necessario assumere un provvedimento più equilibrato in grado di garantire anche le esigenze di mobilità dei pendolari.

D’intesa con l’associazione degli utenti e in accordo con la Provincia di Ancona, si è ritenuto necessario sopprimere solo 9 dei 17 servizi presenti sulla linea nell’orario preso in esame, garantendo i collegamenti nelle fasce orarie che interessano maggiormente i pendolari.

In particolare sono stati assicurati i servizi in partenza da Ancona Marittima alle 12.26 per Terni, 14.04 per Fabriano, alle 14.12 per Rimini, alle 17.13 per Pesaro, alle 17.21 per Fabriano, alle 17.35 per Ravenna, alle 18.21 per Fabriano e alle 19.48 per Rimini.

La Regione, continua la nota dell’Assessorato, si è fatta garante che tutti i viaggiatori muniti di biglietto o abbonamento ferroviario, possano utilizzare gratuitamente i servizi effettuati da Conerobus tra il centro della città e la stazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.747 volte, 1 oggi)