GROTTAMMARE – Una pattuglia della Polizia Stradale di Amandola aggredita durante i controlli sulle strade. È successo intorno alle 3.20 della notte tra venerdì 3 luglio e sabato 4 luglio, a Grottammare. Gli agenti stavano infatti controllando M.A., 30 anni, originario di Foggia, che alla guida della propria vettura evidenziava le caratteristiche tipiche delle persone nello stato di ebbrezza alcolica. Sottoposto all’etilometro risultava positivo con un tasso alcolico di circa 3 volte superiore a quello consentito, ovvero allo 0,50.

Durante la compilazione dei verbali improvvisamente M.A ha iniziato a danneggiare l’auto della Polizia, prendendo a calci il portellone sinistro, scagliandosi e urlando gravi offese contro gli agenti. Bloccato ed immobilizzato grazie anche all’ausilio di una seconda pattuglia, M.A. è stato dichiarato in arresto per i reati di resistenza, violenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Si è scoperto poi che il giovane era già stato responsabile in precedenza di analoghi episodi. Il Tribunale di Fermo lo ha successivamente condannato con pena sospesa, a 6 mesi di reclusione e 720 euro di multa. Ai due poliziotti sono state invece diagnosticate lesioni guaribili in 7 giorni.

Durante la stessa serata inoltre sono stati individuati altri 6 conducenti di veicoli in stato di ebrezza alcolica, ed è stata ritirata loro la patente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 769 volte, 1 oggi)