SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Erosione della costa, proprio un brutto problema. Ne ha parlato lungamente il presidente dell’Itb Italia, Giuseppe Ricci, durante l’incontro che si è svolto giovedì 2 luglio allo chalet La Siesta di San Benedetto: «Ci aspettavamo che il Comune e la Provincia intervenissero a salvaguardia del territorio a partire da questa estate, cosa che non è successa, non hanno fatto niente per tutelarci. Vogliamo risposte concrete e interventi decisivi. Le nostre spiagge verranno risucchiate dal mare e nessuno ha fatto niente» ha dichiarato Ricci. L’associazione di Imprenditori Turistici Balneari chiederà con forza alla Regione una congrua protezione dell’arenile, pena la compromissione delle capacità turistiche di San Benedetto.
Massimo Pompei, direttore marketing dell’Itb, ha tenuto a presentare due aziende che hanno deciso di affiancare l’associazione turistica grazie ad alcuni importanti accordi commerciali, che da una parte migliora i rapporti tra imprese e fornitori, dall’altra rende il sistema più competitivo nel mercato turistico.
Due aziende fornitrici quali la cantina Villa Pigna di Offida e l’Acqua Point di Lucca, aderenti all’accordo con l’Itb, hanno presentato i propri prodotti riscuotendo successo tra gli associati Itb.
L’incontro si è concluso con la presentazione di un opuscolo informativo “Dal Mare alla Collina attraversando la Spiaggia”. Un’edizione stagionale frutto della collaborazione di Agri & Bed (portale nazionale di Agriturismo e Bad and breakfast) e Itb, per avvicinare tutte le realtà turistiche presenti nella Provincia di Ascoli Piceno. Emidio Del Zompo, responsabile di quest’ultima iniziativa, ha tenuto a precisare che «ogni azione promozionale è rivolta al territorio senza esclusione, poiché la collaborazione nel turismo è il primo passo verso il successo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 540 volte, 1 oggi)