SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Liquami in spiaggia dal torrente delle Fornaci? No, si tratta solamente di acqua piovana giunta in spiaggia tramite il corso d’acqua in seguito a un collaudo della pompa di sollevamento recentemente realizzata in via Piemonte, all’altezza della salita di via Lombroso.

La cronaca secondo come la ricostruisce il Comune: nella mattinata di venerdì 3 luglio un ristagno di acqua scura seppure non maleodorante sul torrente delle Fornaci, con un piccolo rigagnolo che giungeva in mare, ha destato preoccupazione presso cittadini e turisti che si sono rivolti al Comune per chiedere informazioni. Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia Municipale, i quali hanno effettuato prelievi dei liquidi, per poi consegnarli alla sezione di Ascoli dell’Agenzia Regionale di Protezione Ambientale delle Marche (ARPAM) per le analisi. Nel frattempo è stata mobilitata anche la società che gestisce gli impianti idrici (“Cicli Integrati Impianti Primari”, ovvero la Ciip spa), intervenuta con un’autobotte, per ripulire la zona.
Poi a pomeriggio inoltrato la Ciip chiarisce tutto. In mattinata, infatti, i suoi tecnici avevano effettuato un “pre-collaudo” della pompa di sollevamento recentemente realizzata in via Piemonte, un impianto realizzato da mesi ma che ancora non entra in funzione per ragioni che non si sono ben comprese.

Comunque si tratta di un impianto che ha il compito di far defluire le acque piovane verso il mare, evitando allagamenti nel caso di forti piogge.
Fatto sta che la Ciip ha deciso di metterlo in funzione e collaudarlo ora. La prossima settimana verrà effettuato il collaudo vero e proprio, e successivamente la pompa di sollevamento sarà appunto funzionante. Nel frattempo, la manovra dei tecnici ha fatto defluire l’acqua che si era depositata presso la stazione di via Piemonte, e la sua espulsione ha generato il rigagnolo notato dai bagnanti. Non certo una bella visuale per chi viene a San Benedetto per godersi l’acqua pulita e la spiaggia tranquilla.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.735 volte, 1 oggi)