GROTTAMMARE – «Chi si aspettava il funerale del Grottammare calcio che non ci aspetti in chiesa perchè la bara non arriverà mai»: risponde ironicamente il patron Amedeo Pignotti a quanti, in questi giorni, hanno pensato ad un Grottammare scomparso dai campionati calcistici.
Quindi conferma che l’iscrizione è stata fatta?
«Chi parla di iscrizione già fatta direbbe il falso. L’iscrizione verrà fatta sicuramente ma nei tempi giusti e a tempo debito e la faremo regolarmente come sempre».
Il Grottammare ripartirà dall’Eccellenza?
«Ma questo non lo so perchè presenteremo una domanda di ripescaggio in serie D. Ma comunque sia da qualsiasi campionato ripartirà il Grottammare la cosa certa è che avrà sempre continuità. Una novità: non sarà più una associazione sportiva ma l’abbiamo trasformata in una società di capitali».
Chi sarà l’allenatore? Scarfone resterà?
«Questo non è stato ancora deciso non è detto che rimarrà. Ancora non abbiamo affrontato questo tema».
A parte la cessione di Oddi nell’ambito tecnico ci sono altre novità in entrata o in uscita?
«A parte Oddi non ci sono altri movimenti per ora. Della parte tecnica comunque se ne sta occupando come al solito Pino Aniello che è rimasto al suo posto».
Lei continuerà nel suo ruolo?
«Per ora si. Comunque sia ripeto il Grottammare calcio ci sarà sempre».
Aspettando la decisione sul tecnico, voci dicono che Scarfone non sarà confermato, mentre il difensore Simone Oddi cresciuto nel Grottammare ed una delle bandiere della sua ascesa nelle sei stagioni di serie D, è stato acquistato dalla Santegidiese. Probabilmente il duo inscindibile Pignotti-Aniello continuerà cercando magari di ripetere le vittorie del passato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 608 volte, 1 oggi)