ASCOLI PICENO – C’era da aspettarselo: l’assemblea provinciale del Pd prevista per giovedì alle ore 21 è stata rinviata a data da destinarsi.

Le numerose e aspre polemiche verso il segretario provinciale Mauro Gionni e i vertici del PD, ritenuti responsabili della sconfitta elettorale, hanno spinto il segretario provinciale a rimandare l’incontro. Ad aumentare il clima teso e a indurre Gionni a prendere questa decisione avrebbe contribuito anche la lettera anonima consegnatagli due giorni fa nella quale compariva la scritta «2 Luglio -the end». La busta sarebbe poi stata chiusa da una croce.

Nella lettera con la quale è stato comunicato il rinvio dell’assemblea provinciale, Gionni ha affermato che «il clima è divenuto surreale ed inaccettabile non solo per un sereno confronto politico ma addirittura per un civile rapporto fra esseri umani. Sono indignato perchè tutto ciò accade per accecanti ambizioni personali che spingono fino al punto di indurre taluno a pensare di mettere in pericolo la vita delle persone».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 924 volte, 1 oggi)